Venerdì, 18 Giugno 2021
Incidenti stradali Via Veglie

Cadono dalla moto per sfuggire all’alt dei carabinieri. Grave un 36enne

Un uomo di Nardò è ricoverato in prognosi riservata presso il reparto di Chirurgia toracica dell'ospedale leccese. Intorno alle 23,30 è scivolato dalla sua Yamaha, sulla Leverano-Veglie, su cui viaggiava assieme all'amico di 20 anni. Quest'ultimo ha riportato una frattura al bacino e ne avrà per 35 giorni

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce

LEVERANO – In sella a una moto Yamaha, stavano procedendo a velocità elevata. Ma davanti all’alt da parte dei carabinieri, non si sono fermati, anzi, sono fuggiti. Per poi scivolare, alcune centinaia di metri dopo, sull’asfalto. Ha provocato gravi conseguenze a due ragazzi l’incidente avvenuto intorno alle 23,30 di ieri sera.

Adolfo Bertilaccio, 36enne natoe e residente a Nardò, si trovava alla guida del suo motociclo quando ha perso l’equilibrio ed è precipitato sull’asfalto assieme al suo amico, un 20enne. L’episodio è accaduto all’altezza di una curva sulla via che congiunge Leverano a Veglie dove, fortunatamente a causa dell’ora, non passava nessun’altro mezzo.

Sul posto, sono giunti i sanitari del 118 per prestare soccorso ai due feriti. Ad avere la peggio quello più anziano, il conducente. Accompagnato d’urgenza presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi”, è stato sottoposto ad alcuni accertamenti, per poi essere ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Chirurgia toracica, a causa delle preoccupanti lesioni riportate.

L’altro passeggero, invece, è stato trasportato nel nosocomio di Copertino, dove le radiografie hanno evidenziato una frattura al bacino, giudicata guaribile in circa 35 giorni. Sul luogo del sinistro, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadono dalla moto per sfuggire all’alt dei carabinieri. Grave un 36enne

LeccePrima è in caricamento