Si schianta con la Punto sull’albero. L’auto rubata e lui sotto effetto di alcol e droga

Un 23enne senegalese, nella notte, è finito sul marciapiede, nei pressi di Porta Rudiae. Sul posto, oltre al 118, gli agenti della sezione Infortunistica stradale

Foto di repertorio

LECCE – L’auto era rubata, priva di copertura assicurativa e il ragazzo in preda ai fumi alcolici e droga. Tragedia sfiorata, intorno all’una e un quarto in via Giustino De Jacobis, a Lecce. La Fiat Punto, che ha cominciato a sbandare, è finito improvvisamente contro uno degli alberi che costeggiano il marciapiede, appena superato l’incrocio tra viale dell’Università e viale Gallipoli.

Un  ragazzo di nazionalità senegalese, di 23 anni, è stato soccorso e poi raggiunto dai sanitari del 118. Gli operatori sono stati allertati da due automobilisti, che di passaggio in quella zona, si sono fermati per aiutare il conducente.  Medicato sul posto, il ragazzo non ha riportato lesioni gravi, né ha coinvolto altri passanti. Ma al momento dei test per verificare l’eventuale presenza di tracce di stupefacenti o alcol nel sangue, è risultato positivo.

Oltre agli operatori con l’ambulanza, sul posto sono anche giunti gli agenti di polizia locale della sezione Infortunistica, per eseguire i rilievi. Il veicolo, risultato rubato, è stato posto sotto sequestro giudiziario. Il giovane, a cui è stata ritirata la patente per guida in stato di alterazione psicofisica, risponderà ora anche dell’accusa di ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento