Mercoledì, 16 Giugno 2021
Incidenti stradali Stadio / Viale della Cavalleria

Incidenti a raffica e feriti in un giorno. E auto danneggiate dal telaio di una bici

Su viale della Cavalleria travolto un uomo in scooter. Ad Acaya auto ribaltata. E sulla statale 16 un sinistro molto bizzarro. Calimera: due giovani in codice rosso

LECCE – Estate, una ridda di incidenti: il sole che acceca, le vie più trafficate del solito, lo stress e, specie di notte, la stanchezza, o magari qualche bicchiere di troppo: i fattori possono essere tanti, spesso concomitanti. Di certo passerà come un giorno davvero nefasto, questo martedì 25 luglio. Perché non si contano quasi più i sinistri avvenuti in poche ore. Oltre a quello mortale di viale Grassi e all’investimento a Trepuzzi di un anziano, ricoverato in Rianimazione, sia prima, sia dopo, se ne sono verificati anche altri che avrebbero potuto portare a conseguenze molto gravi.

Il più grave è avvenuto nel primo pomeriggio. Due giovani, un 25enne di Galugnano, frazione di San Donato di Lecce, e una 20enne di Torino, mentre erano a bordo di una Hyundai i10, per cause in fase d'accertamento, sono andati a finire fuori strada, contro un albero di ulivo, sulla provinciale 144, in direzione di Calimera (quasi all'ingresso del paese). Entrambi sono in prognosi riservata presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, dove vi sono arrivati trasportati dal 118 con un codice rosso per dinamica. Non dovrebbero essere in pericolo di vita. Sul posto anche i vigili del fuoco.

Ma è praticamente fin dalla notte che si sta procedendo a rilevare sinistri. Intorno alle 23,30 di ieri, infatti, se n’è verificato uno che solo per puro miracolo ha visto quasi illeso un ragazzo di 25 anni di Cavallino. Il giovane era da solo e, per cause in fase d’accertamento, forse la velocità o qualche distrazione, la Fiat Bravo che stava conducendo s’è improvvisamente ribaltata nelle campagne. L’auto viaggiava sulla strada provinciale 142 che collega due frazioni di Vernole, Acaya a Strudà. Una strada costellata di muretti a secco e uliveti, di notte molto buia. Sul posto, per i rilievi, si sono recati i carabinieri del Norm di Lecce. Il giovane è risultato negativo ai test.

Tornando al pomeriggio, invece, intorno alle 16, su viale della Cavalleria, ancora una volta s’è verificato un pericoloso impatto fra un’autovettura e un mezzo a due ruote. A condurre lo scooter, un 50enne di Lecce, che è rimasto ferito e che è stato trasportato con codice giallo presso il pronto soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce.

L’incidente è avvenuto con una Citroen C3 guidata da un 45enne. Quest’ultimo, dovendo fare inversione, ha prima svoltato verso l’ingresso del centro ippico militare “Federigo Caprilli” della Scuola di cavalleria, nella rientranza davanti al cancello d’ingresso, poi, rimettendosi in strada e svoltando a sinistra, verso il capoluogo, ha colpito lo scooter che nel frattempo stava sopraggiungendo, in direzione di San Cataldo (e che quindi aveva la precedenza). Sul posto, per i rilievi, sono andati gli agenti di polizia locale di Lecce.

Dulcis in fundo, spazio anche per un fatto, a suo modo, curioso. Nel primo pomeriggio ben due pattuglie di polizia stradale si sono dovute recare sulla strada statale 16, nella zona di Maglie, all’altezza dello svincolo per Cursi, a causa di ben cinque auto danneggiate. Non un tamponamento, ma tutte “vittime” di un oggetto contundente finito chissà come sulla statale. All’apparenza, un pezzo di telaio di bicicletta. Una situazione al limite del grottesco e però, anche questa, molto pericolosa. Basta infatti un detrito in strada, per giunta una statale, dove ovviamente i limiti di velocità sono più alti, e si più rischiare una tragedia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti a raffica e feriti in un giorno. E auto danneggiate dal telaio di una bici

LeccePrima è in caricamento