rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Incidenti stradali Porto Cesareo / Via Porto Cesareo - Veglie

Perdono controllo dell’auto. Ferite due amiche: una riporta un trauma cranico

Un sinistro si è verificato, nel cuore della notte, sulla via che collega Veglie a Porto Cesareo. Due donne, a bordo di una Mini Cooper, sono uscite fuori strada e hanno riportato entrambe lesioni: ad avere la peggio la passeggera: da Copertino è stata trasferita a Lecce e ne avrà per 40 giorni

PORTO CESAREO – L’ennesimo incidente stradale avvenuto intorno alle tre e mezzo della notte sulla via che collega Porto Cesareo a Veglie. Due donne, a bordo di una Mini Cooper, sono uscite fuori strada per cause ancora in fase di accertamento. Giunte in prossimità di un noto hotel della zona, a ridosso della rotatoria da cui si snodano le direzione per Nardò ed Avetrana, è avvenuto il violento sinistro. Alcuni passanti hanno allertato il personale sanitario, giunto con due autoambulanze da Torre Lapillo e Copertino.IMG-20150802-WA0010-2

Entrambe sono rimaste ferite, ma ad avere la peggio è stata la donna che viaggiava accanto alla conducente. Si tratta di A.P., una 48enne nata e residente a Gallipoli, soccorsa immediatamente e accompagnata nell’ospedale di Copertino in codice rosso. Davanti alla complessità del suo quadro clinico, i medici hanno trasferito la ferita al “Vito Fazzi” di Lecce, dove è stata sottoposta agli accertamenti del caso e giudicata guaribile in 40 giorni, a causa di un trauma cranico ed altre conseguenze riportate agli arti superiori.

Ferite più lievi, fortunatamente, per l’altra donna, di 37 anni, accompagnata dai sanitari nel nosocomio di Copertino. Avrebbe rimediato alcune lesioni che guariranno in pochi giorni. Sul posto, oltre al personale medico, anche i vigili del fuoco del distaccamento di Veglie e i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, guidata dal maggiore Nicola Fasciano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perdono controllo dell’auto. Ferite due amiche: una riporta un trauma cranico

LeccePrima è in caricamento