Inversione sulla provinciale, scontro e dramma sfiorato

Tre feriti, fra cui una donna in prognosi riservata, per un impatto fra un'Alfa 147 e un'Opel Corsa sulla Melendugno-Calimera. Sul posto carabinieri e polizia locale del comune griko per le ricostruzioni sulla dinamica

CALIMERA – Due morti in poche ore fra Lecce e Lizzanello. Un anziano geometra molto noto e stimato nel capoluogo e un turista lombardo. E questa mattina, un bilancio che ha rischiato di salire.

La tragedia, questa volta, è stata solo sfiorata. Tre i feriti, due meno gravi rispetto a quanto temuto nei primi istanti, ma una terza, una donna di 74 anni di Calimera, Agata Favale, che dopo le prime cure, è stata trasportata al "Vito Fazzi". E' ricoverata in Chirurigia toracia e la prognosi al momento pè riservata.

Impressionante la dinamica. Un frontale-laterale, con il conducente di un’Alfa 147 che ha sterzato bruscamente per cercare di limitate il più possibile i danni, quando davanti a sé s’è parata una vecchia Opel Corsa: stava facendo manovra. E lo scontro è stato all’altezza dello sportello del conducente.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 10 del mattino lungo la strada provinciale 29, fra Calimera e Melendugno, in territorio del primo comune. Sul posto, per i rilievi per la viabilità, i carabinieri e gli agenti di polizia locale della cittadina grika. Nella Opel c’erano un uomo e una donna, entrambi calimeresi. Si stava dirigendo probabilmente verso il litorale adriatico. All’improvviso, però, hanno deciso di ritornare verso Calimera. Forse un impegno urgente o la dimenticanza di qualcosa a casa.

Se l’inversione è sempre una manovra delicata, su una provinciale e per giunta in prossimità di una curva è decisamente pericolosa. Tant’è che, mentre l’Opel stava effettuando la manovra, all’improvviso è arrivata l’Alfa, che viaggiava da Melendugno verso Calimera. L’uomo alla guida non è riuscito a evitare l’impatto sullo sportello del conducente, andando poi a schiantarsi contro una parete rocciosa sovrastata da un muretto a secco che delimita un uliveto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le conseguenze peggiori, per i due calimeresi nell’Opel. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco con una squadra da Lecce, perché si temeva che la donna, al lato passeggero, fosse rimasta incastrata fra le lamiere. I feriti sono poi stati trasportati presso gli ospedali di Scorrano e Galatina dai sanitari del 118 (salvo la donna essere poi trasferita al "Fazzi" in un secondo momento), mentre i militari hanno avviato i rilievi. I due uomini sono stati dimessi dopo le prime cure.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento