Un ciclista trovato morto all’alba: è stato ucciso da automobilista pirata

Il ritrovamento di un 31enne straniero senza vita all’alba, sulla strada che collega Squinzano a Campi Salentina

I carabinieri sul posto

SQUINZANO – Tamponato da un automobilista pirata che lo ha lasciato morire, senza prestargli alcun soccorso. Un ragazzo di origini africane, di cui in un primo momento non si conosceva l’identità perchè senza documenti addosso, è stato ucciso nella notte sulla strada che collega Squinzano a Campi Salentina. Il suo corpo, ormai senza vita, è stato ritrovato all’alba, intorno alle sei.  Ma stando all’ispezione del medico legale, la vittima sarebbe spirata tra l’una e le tre della notte.

Si tratta di un 31enne, originario della Guinea e ospite di una struttura squinzanese. Il cittadino straniero, ospite di uno dei centri per migranti del Salento, grazie al quale i carabinieri sono potuti risalire al nome del deceduto, viaggiava in sella a una biciletta. Si stava dirigendo verso Campi Salentina quando, all’altezza della centrale Enel, è stato colpito in pieno da una vettura giunta alle sue spalle. Per lui non c’è stato scampo, mentre il conducente è scappato senza fermarsi.

Sul posto, appresa la notizia del ritrovamento del cadavere, sono giunti gli operatori sanitari e i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, guidati dal capitano Alan Trucchi. Durante il sopralluogo, però, sono stati rintracciati pochi elementi: non vi sono frammenti di carrozzeria o parabrezza, ma soltanto insignificanti parti di una freccia. Poco determinanti per le indagini.  La strada inoltre, seppur molto frequentata, di notte è spesso buia e comunque sprovvista di videocamere di sorveglianza. La salma del giovane straniero, intanto, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” , dove sarà sottoposta all’autopsia, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La mappa del contagio: da Unisalento e Asl la foto dei casi per comune

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Paura a Lequile: olio bollente sul volto, gravi ustioni per un bimbo di 2 anni

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento