Martedì, 27 Luglio 2021
Incidenti stradali

Scontro con l'auto, muore a 25 anni al "Fazzi" dopo un intervento chirurgico

Sandro Mocavero, di Cellino, si era scontrato con la sua C1 contro una Toyota Rav4, sulla provinciale per Guagnano. Ferita una donna 34enne. Le condizioni del giovane si sono aggravate. Operato ad un polmone, è spirato ieri sera

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce.

LECCE – Il suo cuore ha smesso di battere dopo un intervento nel reparto di chirurgia. Nella tarda serata di ieri, intorno alle 21, presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, è morto Sandro Mocavero, 25enne di Cellino San Marco, comune in provincia di Brindsi. Il giovane era rimasto vittima, due giorni addietro, di un incidente stradale avvenuto lungo la strada provinciale 104 che collega Cellino a Guagnano, al chilometro 2,450, all'altezza di una curva, in territorio di quest’ultimo centro.
Mocavero si trovava alla guida di una Citroen C1 che si è scontrata con un altro veicolo, proveniente dal senso opposto, una Toyota Rav4.  Secondo i rilievi svolti dai carabinieri della stazione di Guagnano e della compagnia di Campi Salentina, l’auto condotta dal cellinese, negli istanti che hanno preceduto dell’impatto con il suv, avrebbe invaso l’altra corsia. Dopo lo scontro, a quel punto forse inevitabile, il ribaltamento della C1.    
Le condizioni del 25enne, negli attimi immediatamente dopo l’impatto, non lasciavano certo presagire il triste epilogo, se si considerare che la prognosi iniziale era stata di appena dieci giorni per un trauma toracico. Persino inferiore a quella della donna alla guida della Toyota, Clementina Leuzzi, 34enne, di Guagnano, che ha riportato trenta giorni per la frattura dell’ulna e altri traumi contusivi. Tant'è vero che sandro mocavero-2il ragazzo era uscito da solo dal veicolo. Purtroppo, però, le sue condizioni si sono aggravate nel corso delle ore, al punto che s’è reso necessario intervenire chirurgicamente. Per Mocavero, però, non c’è stato nulla da fare. E’ morto dopo l’intervento per un arresto cardiocircolatorio. 
Il fatto per certi versi sconvolgente è che il ragazzo, che svolgeva il servizio civile presso il Comune di Cellino, era già rimasto vittima a 14 anni di un grave incidente. Dopo una caduta con lo scooter, rimase per diverso tempo sospeso tra la vita e la morte. Allora riuscì a salvarsi, ma il destino, con lui, non è stato comunque clemente. Il sostituto procuratore Francesca Miglietta della Procura di Lecce ha disposto l'acquisizione della cartella clinica e nelle prossime ore conferirà l'incarico ad un medico legale per l'autopsia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro con l'auto, muore a 25 anni al "Fazzi" dopo un intervento chirurgico

LeccePrima è in caricamento