Incidenti stradali Tangenziale Est di Lecce

Tangenziale est: frontale fra auto e motorino sulla rampa, muore un 64enne

L'impatto intorno alle 12,30 all'altezza dello svincolo per Merine. Micidiale lo scontro fra una Toyota Yaris guidata da una giovane donna di Campi e un ciclomotore condotto da un uomo sulla settantina d'anni. Sul posto 118 e polizia stradale

LECCE – Un grave incidente stradale è avvenuto nella tarda mattinata di oggi su una rampa della tangenziale est di Lecce. Un impatto tanto più violento, perché verificatosi in un punto in cui la strada procede in curva. E quindi, lo spazio per una frenata o per tentare di evitare l’ostacolo che rispettivamente si sono trovati davanti, molto difficile per i conducenti di due distinti mezzi. A perdere la vita, poco dopo il traspoto è stato Raffaele Carà, 64enne di Cavallino.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza in ospedale, presso il pronto soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce, in codice rosso, da un’ambulanza del 118. Ma, pochi minuti dopo essere giunto nel nosocomio, è spirato. Troppo gravi le ferite riportate. 

Il fatto è avvenuto all’altezza dello svincolo per Merine, frazione di Lizzanello. Le cause sono in fase d’accertamento. Di certo, s’è trattato di un impatto frontale fra due mezzi che procedevano in sensi opposti. Fra cui una Toyota Yaris, condotta da una 30enne anni di Campi Salentina, a bordo della quale si trovavano anche due amiche. Le loro testimonianze, oltre a quelle di eventuali altri automobilisti, potrebbero fare chiarezza sui fatti.

L’incidente s’è verificato intorno alle 12,30. L’anziano è andato a collidere centralmente sul veicolo. Quindi, è più che possibile che uno dei due mezzi (presumibilmente proprio quello del 64enne) abbia invaso la corsia opposta. Un attimo fatale. Nella forza dell’urto, il cofano s’è piegato, il paraurti s’è spaccato, il parabrezza è andato letteralmente in frantumi, rientrando verso l’interno, mentre il motorino s'è diviso in due parti, perdendo la ruota anteriore.

Le condizioni dell’uomo sono apparse subito molto gravi e sono state le stesse ragazze a chiamare il 118, perché fosse trasportato con urgenza in ospedale. I sanitari hanno avvisato la polizia municipale, che però, avendo una pattuglia già presente in un altro sinistro, ha dovuto smistare la chiamata. Alla fine, non potendo intervenire neanche i carabinieri, è sopraggiunta la polizia stradale, che ha avviato le ricostruzioni. Nel frattempo, purtroppo, Carlà è deceduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenziale est: frontale fra auto e motorino sulla rampa, muore un 64enne

LeccePrima è in caricamento