Venerdì, 24 Settembre 2021
Incidenti stradali Centro / Viale Gallipoli

In due travolti sul viale, uomo finisce al "Vito Fazzi" in Neurochirurgia

Ferite lievi per una donna, mentre più gravi le condizioni di un 43enne pachistano. Erano sulle strisce. Investiti da una Hyundai i20 guidata da una 41enne. Sul posto 118 e polizia locale

LECCE – Tragedia sfiorata, nella tarda serata di ieri a Lecce, in viale Gallipoli, dove, poco dopo le 23, due pedoni sono stati travolti mentre si trovavano sulle strisce pedonali. Ad avere la peggio è stato un uomo di 43 anni di origine pachistana.

E’ arrivato al pronto soccorso del “Vito Fazzi” in codice rosso a causa di un forte colpo subito alla testa. La prognosi finale è stata di trenta giorni, salvo complicazioni. In un primo momento si era temuto che le condizioni fossero persino più gravi, tanto che si prospettava una prognosi riservata. L’uomo è stato ricoverato presso il reparto di Neurochirurgia.

Accanto a lui, nel momento in cui stava transitando una Hyundai i20 condotta da una donna leccese di 41 anni, vi era una 49enne nativa di Castrovillari (provincia di Cosenza), che è stata medicata sul posto dai sanitari del 118, riportando una prognosi molto più lieve, di tre giorni.

I due, come detto, si trovavano sulle strisce pedonali, nel momento in cui è avvenuto l’investimento. L’autovettura stava procedendo in direzione della questura. La donna al volante s’è subito fermata, dopo l'impatto. Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti gli agenti di polizia locale dell'infortunistica stradale.

Nella ricostruzione della dinamica, sono da valutare vari aspetti: velocità dell’auto, ma anche condizioni di visibilità. Un dato che si deve rimarcare necessariamente riguarda lo stato delle strisce pedonali. Sia nel punto dell'impatto, sia nelle vicinanze, Ii alcuni tratti sono talmente sbiadite, da apparire quasi del tutto invisibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In due travolti sul viale, uomo finisce al "Vito Fazzi" in Neurochirurgia

LeccePrima è in caricamento