Scontro all'alba: coinvolti sindaco di San Cesario e vettura Polfer

E' successo questa mattina sulla provinciale 362, all'incirca all'altezza del market Md. Sul posto operatori del 118, volanti e polizia locale, questi ultimi per i rilievi. Impatto quasi frontale, nessuno dei due è grave

La Lecce-San Cesario.

LECCE – Scontro quasi frontale. E per fortuna, nessuno dei due coinvolti ha riportato ferite tali da necessitare il trasporto in ospedale. Se la sono vista brutta, però, Fernando Coppola, sindaco di San Cesario di Lecce, e un agente in forza alla Polizia ferroviaria del capoluogo quando, questa mattina, le loro vetture hanno avuto una collisione sulla strada provinciale 362, in un punto, quasi all’ingresso di Lecce, fra l’area di servizio Esso e il market Md.

L’incidente è avvenuto attorno alle 7,30. L’agente, che era da solo, era alla guida di un’auto di servizio della polizia (una Fiat Punto) e si stava recando al garage per fare rifornimento. Sulla provinciale che collega Lecce a San Cesario, infatti, si trova, come risaputo, anche il deposito della Polizia di Stato. All’improvviso, però, è avvenuta la collisione con l’autovettura condotta dal primo cittadino del comune limitrofo a Lecce, una Smart. Sul posto si sono recati gli operatori del 118, le volanti della questura e la polizia locale leccese (il sinistro, infatti, è avvenuto in territorio comunale del capoluogo).

La polizia locale sta provvedendo a ricostruire la dinamica del sinistro che, per fortuna, nonostante il forte impatto, non ha sortito ulteriori, grosse conseguenze. Il primo cittadino non ha avuto bisogno di cure sanitarie; per l'agente, prognosi di dieci giorni. A parziale rettifica della prima versione, va spiegato che, al momento, la situazione (come da rilievi, non ultimati) è la seguente.

Il sindaco è stato verbalizzato ai sensi dell’articolo 143 del codice della strada. La Smart, infatti, è stata trovata in parte nell'altra carreggiata, quindi tecnicamente contromano. Come questo sia avvenuto, è un aspetto da approfondire. La pattuglia della polizia, dal canto suo, usciva dallo stop. Ne consegue che, sotto il profilo dell'effettiva attribuzione di responsabilità, la questione è ancora da approfondire in ogni dettaglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento