Travolto da scooter sul marciapiede, il "pirata" si dilegua vicino alla Villa

E' successo questa mattina in via XXV Luglio, nei pressi del bar Avio. Il fuggitivo ha raggiunto via Costa e si è subito allontanato

Foto di repertorio.

LECCE – Travolto da uno scooter che procedeva sul marciapiede. Con il conducente che s’è poi volatilizzato. E’ successo questa mattina su via XXV Luglio, a Lecce, nei pressi del bar Avio. Lì, accanto al marciapiede, aveva appena accostato un’auto.

N’è sceso un uomo di 64 anni, originario di Novoli, che s’è però ritrovato letteralmente travolto dal mezzo a due ruote, descritto dai testimoni come di colore blu, condotto da un soggetto – si presume un uomo – con addosso un casco. Il quale non s’è fermato, ma, anzi, ha proseguito la marcia, fino a raggiungere la vicina via Costa (nei pressi della Villa comunale) per poi da lì dileguarsi, forse in verso via Cavallotti, o magari proseguendo dritto, in direzione di piazza Mazzini.

Diverse sono state le telefonate ai numeri d’emergenza, fra cui il 113 e il 118. Sul posto si sono dirette le volanti di polizia e un’ambulanza, poi una pattuglia di polizia locale per avviare i rilievi. Il malcapitato è stato trasportato in codice giallo verso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, con varie lesioni. Mentre la polizia locale ha raccolto le dichiarazioni di due passanti che hanno assistito alla scena e hanno fatto richiesta di acquisizione delle videocamere della zona per cercare di individuare il “pirata” allontanatosi senza prestare alcun soccorso. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento