Giovedì, 17 Giugno 2021
Incidenti stradali

Marcone vince la Strasalento, ma paura per un incidente: ciclista ricoverato

Antonio Basilico, monteronese, 50enne dell'Asd Valle della Cupa, è in Neurochirurgia con trauma cranico commotivo e fratture. La Tac, per fortuna, ha escluso complicazioni ancor più gravi

Il momento della premiazione.

LECCE – Una grande festa di sport terminata con la vittoria di Walter Marcone, del team marchigiano Gs Studio Moda Hair Gallery. La prima edizione della Strasalento “Elia Aggiano” ha fatto registrare numeri importanti (centinaia i corridori provenienti da tutta Italia) ed entusiasmo, ma, purtroppo, anche attimi di sgomento per un incidente piuttosto rilevante.

Un ciclista di Monteroni di Lecce, Antonio Basilico, 50enne, è caduto malamente nel momento in cui alcuni gruppi stavano affrontando i tornanti di Santa Cesarea Terme, scendendo dalla zona nota come “Belvedere”. A causa del manto piuttosto sconnesso in un particolare punto del percorso, Basilico è incappato in una buca che gli ha fatto perdere l’equilibrio. Ed è stato condotto in ospedale in codice rosso dai sanitari del 118 (sui dettagli riferiamo sotto, Ndr).

Sotto il profilo squisitamente sportivo, dunque, Marcone, della formazione di Monte Urano, in provincia di Fermo, ha tagliato il traguardo in 2 ore, 51 minuti e 33 secondi circa, con una media di corsa pari a 40,22 chilometri orari. Al secondo posto si è classificato il romano, già professionista, Claudio Astolfi dell'Asd Animabike, che ha percorso il tracciato in 2 ore, 51 minuti e 34 secondi. Ancora Gs Studio Moda Hair Gallery, protagonista, con l’aggiudicazione della terza piazza grazie a Claudio Piersimoni (dietro al romano per frazioni). Il tutto alla presenza di un ospite d’eccezione, Gilberto “Gibbo” Simoni, ex professionista e vincitore di due edizioni del Giro d'Italia.

strasalento1-2-2La Gs Piconese Evò di Melendugno, che ha organizzato l’evento con la Uisp, ha ottenuto un’ottima nona piazza grazie alla performance di Salvatore Cazzato, fresco vincitore dei Campionati italiani di Roma. L’atleta salentino ha tagliato il traguardo in 2 ore, 51 minuti e 39 secondi. Roberto Piconese, vicepresidente del team, ha voluto ringraziare “tutti coloro che hanno investito il proprio tempo e le proprie risorse per dare vita ad una manifestazione così importante”.

“Siamo felici per la grande risposta di pubblico”. “Un grazie va anche ai comuni salentini – ha aggiunto - che hanno appoggiato la nostra iniziativa e alla Uisp di Lecce per il sostegno”. Con un pensiero “al nostro Elia Aggiano che, con la sua caparbietà, è riuscito nell'impresa di realizzare un progetto così ambizioso. Se il Giro d'Italia non viene nel Salento – ha concluso -, siamo noi a portare l'Italia del ciclismo nella nostra meravigliosa terra”.

Otto i comuni salentini che hanno sposato il progetto. Il percorso di gara ha toccato alcune fra le località dell’area adriatica più rinomate della provincia di Lecce: Torre dell’Orso, Torre Sant’Andrea, Conca Specchiulla, Serra Alimini, Otranto, Porto Badisco, Santa Cesarea Terme, Castro, Marina di Marittima, Marina di Andrano, Marittima, Vignacastrisi, Ortelle, Vitigliano, Cerfignano, Borgagne e Melendugno. Dopo il raduno, alle 7, la partenza, avvenuta alle 9 da via Matteotti e la conclusione intorno alle 12.

L’incidente al ciclista salentino

Proprio nel vivo della gara, però, si sono vissuti anche momenti di paura quando il monteronese Antonio Basilico, 50enne dell’Asd Valle della Cupa, stava attraversando Santa Cesarea Terme.

Scendendo lungo i tornati della zona “Belvedere”, è incappato in un tratto sconnesso, che aveva già impensierito anche altri ciclisti in gara. Atleta attento, preparato e molto prudente, a detta di chi lo conosce bene, purtroppo è stato sfortunato, perché è caduto male, colpendo il terreno con il volto. Purtroppo, nella tensione della gara, non deve essersi accorto subito del problema al manto, dato che in uscita proprio da una curva. Subito soccorso dai sanitari del 118, è stato trasportato in ambulanza in codice rosso presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. 

I medici hanno riscotrato un trauma cranico commotivo con frattura dell’orbita destra, un’altra frattura a un polso, più varie escoriazioni su altre parti del corpo. Per fortuna la Tac ha escluso complicazioni più serie, ma al momento si trova ricoverato nel reparto di Neurochirurgia. A stringersi attorno allo sfortunato atleta, la famiglia e i suoi compagni di squadra, capitanati dal presidente Simone Rosato, che sono subito accorsi in ospedale. Basilico non rischia la vita, ma al momento resta sotto osservazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcone vince la Strasalento, ma paura per un incidente: ciclista ricoverato

LeccePrima è in caricamento