rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Incidenti stradali Matino

Evade dai domiciliari e si schianta contro un palo dopo un inseguimento

Nei guai un 37enne di Matino, tallonato dai carabinieri sulla provinciale per Taviano e poi finito fuori strada. Denunciato anche per aver rifiutato il test sugli stupefacenti. Un secondo incidente mezzora dopo sulla statale 16, con due auto coinvolte. In nessun caso vi sono stati feriti gravi

LECCE – Schianto intorno all’una sulla strada provinciale 55, fra Matino e Taviano, con un’auto semi-distrutta e, nell’arco di mezzora, un secondo sinistro, questa volta con due veicoli coinvolti sulla statale 16, all’altezza del primo svincolo per San Donato di Lecce, rimasti anch’essi seriamente danneggiati.

Sebbene in nessuno dei due episodi si siano registrati feriti gravi, per vigili del fuoco, operatori del 118 e carabinieri è stata una nottata molto impegnativa. Soprattutto nel primo caso, dato che non si è trattato di un comune incidente, ma di un vero e proprio inseguimento, per quanto breve, dei carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Casarano, conclusosi con una Fiat Punto fuori strada, dopo una violenta collisione contro un traliccio dell’Enel. A bordo dell’auto c’era Marco Scupola, 37enne di Matino, evaso dagli arresti domiciliari.

Impatto sul palo e cofano distrutto 

Dopo l’impatto con il palo, la Punto ha finito la corsa fuori strada, con il cofano distrutto. Oltre a tre gazzelle dei carabinieri, che si sono subito fermate (ovviamente, quando è iniziato il tallonamento, sono stati chiesti rinforzi), sul posto è stato necessario l’intervento del 118, per medicare il giovane, che comunque ha riportato solo lievi contusioni, e dei vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, per mettere in sicurezza il veicolo. Per il 36enne, alla fine, sono scattate due denunce: una per evasione e l’altra per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, dato che si sarebbe rifiutato di sottoporsi agli accertamenti.

Scupola ha una storia particolare. Alla fine di agosto del 2021 era stato arrestato due volte nell’arco di appena ventiquattr’ore. Durante un primo controllo, i carabinieri avevano sequestrato poco più di 15 grammi di cocaina distribuita in trentotto involucri e quasi 11 di marijuana, custoditi in altre due buste. Finito ai domiciliari, a un secondo controllo era stato trovato in possesso di un involucro con 29 grammi di cocaina, sostanza conservata in un recipiente, in mezzo al riso. In questa circostanza, è difeso dall'avvocato Giovanni Carlino. 

L'incidente sulla statale 16

70bda83d-23dc-4964-b865-8d2cf4a4370d-2

Nel frattempo, intorno all’una e mezzo, un secondo incidente s’è verificato sulla strada statale 16, al chilometro 965. A rimanere coinvolte, un’Opel Agila e una Jeep Compass. L’impatto è stato notevole, ma i conducenti non hanno riportato ferite gravi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco da Lecce, le ambulanze del 118 e, per i rilievi sulla dinamica, i carabinieri della sezione radiomobile del capoluogo. Sono stati richiesti gli accertamenti urgenti per verificare l’eventuale positività ad alcool e stupefacenti degli uomini alla guida.

3de23bf1-5198-435c-9bb8-38e626282d6f-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari e si schianta contro un palo dopo un inseguimento

LeccePrima è in caricamento