Schianto sul muro, auto distrutta. Miracolati, ma il conducente dovrà sottoporsi al test

L'incidente nella notte sulla Copertino-Monteroni. Abbattuta la parete esterne di una villa, da demolira una Ford Focus. Due giovani hanno però rifiutato il trasporto in ospedale del 118. I carabineiri li hanno rintracciati a notte fonda nel nosocomio di Copertino: ci sono arrivati da soli

MONTERONI DI LECCE – L’impatto è stato a dir poco micidiale. E questo lascia presagire una velocità notevole. L’auto, una Ford Focus, è andata completamente distrutta nella parte anteriore. E nella violenza dell’impatto, a farne le spese è stato anche il muro di cinta di una villa di campagna, costruito con pesanti mattoni di tufo, caduti giù come fossero di cartone. Persino la ringhiera di ferro s’è staccata in due parti, dopo la collisione.

La cosa che ha dell’incredibile è però questa: i due giovani che si trovavano a bordo, residenti nella zona di Monteroni di Lecce, se non ne sono usciti di certo del tutto illesi, non hanno comunque riportato lesioni particolarmente gravi. Tanto da rifiutare il soccorso del personale del 118, salvo poi recarsi da soli, forse dopo aver chiesto un passaggio a qualche conoscente, presso il nosocomio di Copertino.

La vicenda è particolare e gli accertamenti sono ancora in corso. Se ne stanno occupando i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce. Ancora diverse le cose da stabilire. Innanzitutto, bisognerà capire se le due persone a bordo, e in particolare il conducente, avessero assunto alcool o sostanze stupefacenti. L’unica certezza è che i due sono usciti dal veicolo, sostanzialmente, con le loro gambe. Anzi. Uno sembra che sia stato proprio sbalzato dall'abitacolo, mentre l’altro potrebbe aver evitato conseguenze peggiori grazie all’air-bag, che ha fatto il suo dovere.

IMG-20130907-WA002-2L’incidente è avvenuto in territorio di Monteroni, lungo la via per Copertino. L’auto, per cause ancora tutte da accertare, è uscita di strada ed è andata a collidere con la parete oltre la quale si trova il giardino di una villa, in una zona periferica.

Era circa mezzanotte, quando è avvenuto lo scontro, che non ha coinvolto altri veicoli. Diversi automobilisti di passaggio, allarmati dalla gravità dei danni, hanno subito chiamato i numeri d’emergenza. Sul posto si sono diretti i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce e ambulanze del 118. Ma anche i carabinieri del radiomobile, per avviare gli accertamenti.

Al loro arrivo, però, i militari hanno scoperto che dei due giovani non c’era alcuna traccia e che avevano anche rifiutato il trasporto in ospedale. Le ricerche, subito avviate, hanno permesso di scoprire che, qualche tempo dopo, i due si erano recati da soli al pronto soccorso del nosocomio “San Giuseppe” di Copertino. Rintracciati, dovranno sottoporsi ai test per stabilire l’eventuale assunzione di sostanze. L’esito si conoscerà nelle prossime ore. Di certo, considerata l’entità dei danni (il cofano dell’auto è andato completamente distrutto e il blocco motore è fuoriuscito sull’asfalto), è un miracolo che i due possano raccontare di persona la storia ai loro conoscenti.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento