La tragedia: travolto in strada da un suo vecchio amico d'infanzia, muore un 53enne

Leonardo Manfredi aveva problemi psichici. Era uscito in piena notte con gli indumenti intimi. Fatale l'impatto con un Suzuki Jimny condotto da un uomo di 57 anni residente da anni a Maglie. Un destino amaro ha voluto che fossero stati compagni di scuola. Inutili i soccorsi del 118

SCORRANO – Non è riuscito a fermarsi in tempo. Quell’uomo si trovava nel pieno della strada statale 275. L’alba doveva ancora sorgere. Una tragedia nella tragedia. Una storia molto particolare. Perché a morire è stato un uomo di 53 anni di Scorrano con problemi psichici. E a travolgerlo, un destino amaro ha voluto che fosse un suo vecchio amico d'infanzia. Che non è riuscito a darsi pace quando ha riconosciuto in volto quello che era stato un compagno di scuola.

La vittima è Leonardo Manfredi. Era noto in paese per essere una brava persona. Purtroppo negli ultimi anni era stato colto da un profondo malessere. Era stato di recente anche in cura presso l'ospedale locale. Era ritornato a casa, dimesso dal reparto di psichiatria dell'"Ignazio Veris Delli Ponti",  giusto lunedì.

Abitava nello stesso edificio degli anziani genitori, ma in un appartamento separato, con un ingesso autonomo. Ecco perché nessuno, in piena notte, s'è accorto che fosse uscito. Addosso, nonostante il freddo pungente, solo gli indumenti intimi. Ha iniziato a vagare lungo la statale, andando in direzione di Nociglia. Ha percorso mezzo chilometro, uscendo fuori paese. Quasi all'altezza dell'area servizi Samer, l'impatto. 

Erano le 5,15 circa. In direzione sud viaggiava un uomo di 57 anni di Scorrano, ma residente da anni a Maglie. Si trovava a bordo del suo fuoristrada Suzuki Jimny. Deve essersi trovato Manfredi di fronte, all’improvviso. Non c’è altra spiegazione. E l’investimento s’è rivelato forse inevitabile. Di sicuro, fatale. 

Il magliese s’è subito fermato. Ed è stato un doppio tuffo al cuore quando ha scoperto, nella gravità del fatto, persino di conoscere quell'uomo. In breve sono arrivati anche i sanitari del 118 a bordo di un’ambulanza. Ma non c’era davvero nulla da fare. Per rilevare il sinistro si sono recati sul posto i carabinieri della stazione scorranese. La salma è stata trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leonardo Manfredi era balzato nelle cronache giusto lo scorso anno. Si era allontanato da casa, facendo perdere le tracce per giorni. Del caso si era occupato anche "Chi l'ha visto?". Alla fine era stato ritrovato dalla Polfer nella stazione ferroviaria di Benevento. Si tratta dell’ennesima tragedia della strada di queste ultime settimane. Da metà novembre a oggi, ben sei gli episodi. Tre solo in questo primo scorso di dicembre, praticamente in appena sette giorni. Una media forse mai così alta in raffronto agli anni scorsi.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento