Incidenti stradali Viale Felice Cavallotti

Notte folle: gimcane per sfuggire ai carabinieri, si schianta sull'albero

Un 55enne inseguito per un quarto d'ora nelle vie del centro cittadino. Il tallonamento iniziato in via Cavallotti. Non aveva assicurazione e per questo ha pensato di scappare. Ingaggiando un duello, con strade prese contromano

 

LECCE – Ha infranto una cifra tale di articoli del codice della strada, oltre alla stessa auto, finita contro un albero, che, a conti fatti, fra la sfilza di multe che dovrà pagare e i danni procurati, sarebbe stato meglio fermarsi subito, quando i carabinieri l’hanno incrociato in via Felice Cavallotti, nei pressi della Villa comunale. 
Ma lui, niente, il 55enne leccese, pilota per una notte, a bordo di una Fiat Punto di colore verde, ha tenuto testa ai militari della compagnia del capoluogo per quindici minuti buoni, durante i quali è stato inseguito lungo le vie di mezza città, dando letteralmente spettacolo. E rischiando di travolgere e magari spedire in ortopedia, al “Vito Fazzi” (se non direttamente all’obitorio) qualche povero passante. Tutto, pur di sfuggire al controllo che avrebbe fatto scoprire il suo indicibile “segreto”: non armi, non droga, e neanche un cadavere nel bagagliaio. Più semplicemente, non aveva copertura assicurativa e non aveva fatto la revisione del veicolo. Italici vizi ai tempi della crisi.
Ebbene, dopo aver pressato il piede sull'acceleratore, per essere subito tallonato dalla radiomobile dei carabinieri, il 55enne ha avviato una serie di manovre azzardate in diversi punti del centro cittadino, arrivando anche ad attraversare qualche rotatoria e un paio di vie (fra cui un tratto di viale Lo Re) contromano. L’inseguimento, un vero duello fra gimcane, frenate e ripartenze a tutto gas, s’è protratto fin nel cuore del rione San Lazzaro, dove, però, alla fine, i nervi che fino a quel momento erano stati ben saldi, non hanno più retto alla frenesia. E fra via Schiavoni e via Tafuro, la Punto è finita addosso un albero. 
La pattuglia, che nel frattempo sopraggiungeva da dietro a forte velocità, non è a sua volta riuscita ad evitare l’impatto contro l’auto “rimbalzata” sul tronco e finita di traverso sulla via. Per fortuna, comunque, a parte gli ammaccamenti alle carrozzerie, nessuno s’è ferito, e lo dimostra chiaramente il fatto che l’uomo, neanche dopo il patatrac, ha voluto saperne di fermarsi: uscito dall’auto, ha abbozzato un tentativo di fuga a piedi. Ora, per tutto quanto avvenuto in una notte di lucida follia, il 55enne, la cui auto è stata sottoposta a fermo amministrativo, dovrà saldare un conto molto salato e gli verrano sottratti più punti dalla patente che all'Albinoleffe in classifica. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte folle: gimcane per sfuggire ai carabinieri, si schianta sull'albero

LeccePrima è in caricamento