Martedì, 3 Agosto 2021
Incidenti stradali Centro / Via Ugo Foscolo

Abbatte con l'auto un cartello e si ribalta, poi rifiuta il test dell'alcool

Illeso un 26enne il quale ora potrebbe essere denunciato per guida in stato di ebbrezza: avrebbe, infatti, rifiutato il test alcolemico. Nella Mini Cooper, rinvenuta una bottiglia di vino vuota. Rischia il massimo della pena

Un'immagine dell'incidente

 

LECCE – Il “volo” è stato spettacolare, l’auto n’è uscita a pezzi, praticamente da rottamare. Il giovane che si trovava alla guida, 26enne, incredibilmente, ha riportato soltanto alcuni graffi. Tragedia, per fortuna, solo sfiorata, ma momenti di vero panico, nel primo pomeriggio di oggi, su viale Ugo Foscolo, a pochi metri da piazza del Bastione, dove una Mini Cooper, per cause in fase d’accertamento, s’è ribaltata su se stessa, dopo aver letteralmente abbattuto un paio di siepi che dividono le carreggiate della circonvallazione e un intero cartellone pubblicitario, sradicato dal cordolo di cemento.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con un loro mezzo dal comando provinciale, un’ambulanza del 118, che ha medicato il ragazzo, e gli agenti di polizia municipale della sezione infortunistica stradale. L'automobilista è un 26enne nato a Roma da genitori serbi, ma residente a Lecce, il quale ha riportato alcune lievi escoriazioni al braccio destro

L’incidente è avvenuto poco prima delle 15 davanti a diversi passanti e giovani in attesa dell’autobus, sotto la pensilina. Quasi incredibile, vista la dinamica, che non siano rimasti coinvolti altri veicoli: la strada doveva essere quasi del tutto sgombra, al momento dell’impatto, perché altrimenti si sarebbe verificata una carambola. Certo è che la Mini Cooper, appartenente al padre del giovane, dopo aver attraversato il semaforo che regola l’incrocio con via Alessandro Manzoni e via Po, proseguendo dritto in direzione della rotatoria che smista il traffico verso la superstrada per Brindisi, via Francesco Calasso e viale Michele De Pietro, all’improvviso ha avuto una brusca sbandata verso sinistra.

Il 26enne, a quanto pare, non è riuscito a raddrizzare l’auto, che è andata a collidere contro alcune siepi e un cartellone pubblicitario, proprio davanti al ristorante “Fusion”, per poi capovolgersi. E per quanto violento l'impatto, proprio quelle siepi e quel cartello, potrebbero aver salvato il protagonista di questa storia - che uscito da solo, dal veicolo, quasi del tutto indenne - da conseguenze ben peggiori: a pochi centimetri di distanza, si staglia uno dei mastodontici pali che sorreggono i cavi del filobus.

L'automobilista, che si sarebbe tuttavia rifiutato di essere sottoposto a tutti gli accertamenti di rito, a partire dal test alcolemico, potrebbe essere denunciato per guida in stato di ebbrezza, rischiando il massimo della pena. Non lo lascia presupporre la sola ritrosia del 26enne nel sottoporsi alle verifiche, quanto una bottiglia di vino, completamente vuota, rinvenuta all'interno del mezzo. Il veicolo non è stato posto sotto sequestro, perché appartenete ad un proprietario diverso dal conducente.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbatte con l'auto un cartello e si ribalta, poi rifiuta il test dell'alcool

LeccePrima è in caricamento