Incidenti stradali Leuca / Viale Vittorio Alfieri

Pirata travolge e uccide cagnolino a centro strada con un Suv e fugge

E’ successo lungo via Alfieri, quasi all’angolo con via Corsica. Alcuni passanti hanno assistito inorriditi alla scena, ma non sono riusciti ad annotare la targa. Chiamata la polizia locale, è stato inviato il veterinario. Nell'attesa, i passanti hanno messo un lenzuolo bianco per rispetto

LECCE – L’aspetto più incredibile è che quel povero cagnolino non stava semplicemente attraversando la strada, ma lo stava facendo sulle strisce pedonali. Il meticcio avrà visto mille e mille volte gli umani passare da lì, avrà notato che rispetto ad altri punti, quelle grandi cose rotanti il più delle volte rallentavano e li facevano passare. Una lezione imparata con arguzia. E che però non l’ha strappato da una fine orrenda.

Una di queste cose rotanti, stasera, non ha voluto proprio saperne di fermarsi. Era un Suv nero. Quindi, pure parecchio grande. Prima la ruota anteriore, poi quella posteriore. E’ passato addosso al suo corpicino con la stessa noncuranza con cui si schiaccia una cartaccia per terra. E con strafottenza totale, chi si trovava al volante, ha preso il largo lasciandolo lì, agonizzante.

E’ morto in pochi istanti, il cagnolino, sotto lo sguardo impietrito di alcuni passanti. Scommettiamo che, se fermato, costui direbbe: “Io? Non ho visto niente e non ho sentito niente”. Purtroppo gli è andata di lusso. Procedeva a una certa velocità (come se in città si potesse farlo: e se fosse rimasto travolto un bimbo?), quindi nessuno è riuscito a prendere la targa.

E’ successo questa sera, lungo via Vittorio Alfieri, quasi all’angolo con via Corsica. Una donna, in particolare, ha visto bene la scena, ma da una prospettiva che le ha impedito di annotare la targa. E ora non si sta dando pace. Con altre persone, ha deciso di coprire quel corpicino con un lenzuolo bianco, di rendere un briciolo dignità di fronte a una morte oscena.

Poi, subito, la telefonata alla polizia locale che ha inviato il veterinario dell’Asl. Questi è arrivato in pochi minuti. Il meticcio, marroncino, avrà avuto circa tre anni e non era dotato di microchip. Quasi sicuramente un randagio che aveva presto imparato a cavarsela bene, mai sapendo, però, che in giro ci sono criminali che non hanno nemmeno la pietà di fermarsi. Perché chi si comporta così, di fronte a qualsiasi creatura, non è nient’altro che un criminale.

Il codice della strada ha avuto un sussulto di civiltà, negli ultimi anni, aggiornandosi con la voce “omissione di soccorso” anche nei confronti degli animali. Se fermati nell’atto di allontanarsi senza aver chiamato soccorso, si rischiano sanzioni pesanti. Di certo, è difficile pensare che la persona alla guida davvero non abbia visto l’ostacolo e nemmeno avvertito nulla: il cagnolino è stato travolto proprio al centro della via, in un punto molto ben illuminato. In caso contrario, non sarebbe meno grave, perché dimostrerebbe una totale distrazione alla guida che rende tale persona un pericolo pubblico per chiunque.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirata travolge e uccide cagnolino a centro strada con un Suv e fugge

LeccePrima è in caricamento