Lunedì, 15 Luglio 2024
Sul posto 118 e carabinieri / Otranto

Sabato di sangue sulla provinciale adriatica: muore un motociclista di 34anni

Un tremendo impatto poco dopo le 20 di sabato non ha lasciato scampo ad un giovane, Emanuele Tedesco, originario di Brindisi. E’ deceduto dopo lo scontro tra la sua Yamaha R6 e una Jeep Renegade avvenuto sulla Otranto-Porto Badisco

OTRANTO – Un ennesimo fine settimana di sangue sulle strade provinciali salentine dove poco dopo le 20 di questo sabato, 6 luglio, in seguito ad un incidente lungo la litoranea adriatica che collega Otranto con la località di Porto Badisco, ha perso la vita un giovane centauro brindisino di 34 anni, Emanuele Tedesco.

Teatro di un nuovo sinistro mortale un tratto della strada provinciale 87, lungo la direttrice idruntina già tristemente nota alle cronache per diversi incidenti anche con gravi conseguenze. Una strada che per altro il giovane motociclista di Brindisi conosceva e frequentava molto spesso, come testimonia anche una della sue ultime storie social che lo riprende in un momento di sosta con la sua amata due ruote nella vicina località di Santa Cesarea Terme.

Sull’esatta dinamica dell’incidente sono ancora in corso le verifiche e gli accertamenti dei carabinieri della stazione di Otranto e della compagnia di Maglie intervenuti sul posto per i rilievi insieme ai mezzi di soccorso allertati dagli automobilisti che si trovavano in transito, in quel frangente, lungo la provinciale.

Sono due i mezzi che sono rimasti coinvolti nel sinistro che ha causato la morte del 34enne: la motocicletta Yamaha R6, sulla quale viaggiava il centauro, e una Jeep Renegade, alla cui guida vi era una donna di 45 anni, originaria di Carpignano Salentino.

Secondo una prima e ancora sommaria ricostruzione dei militari intervenuti subito sul posto, l’uomo alla guida della moto, per cause ancora in fase di accertamento, avrebbe perso il controllo del mezzo, scontrandosi, verosimilmente frontalmente, contro l’auto che procedeva in senso di marcia opposto. Dopo l’impatto, la Yamaha ha terminato la sua corsa impattando conto un muretto che costeggia la parte terminale della carreggiata.

Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 della postazione di Scorrano, e il personale medico e sanitario, ha tentato di rianimare il giovane, che indossava regolarmente il casco, rimasto gravemente ferito, e che poi, purtroppo, è deceduto durante la corsa estrema, in codice rosso, verso l’ospedale. Troppo gravi le ferite riportate in seguito all’incidente che non hanno lasciato scampo ad Emanuele Tedesco.

Non ha subito ferite di rilievo, ma ha riportato un forte stato di shock la donna alla guida della vettura, anche lei costretta alle cure mediche.   

Terminate le procedure di rito la salma del giovane è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi a disposizione dell’autorità giudiziaria. E i due mezzi coinvolti nel sinistro sono stati posti sotto sequestro.              

 LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

IMG-20240706-WA0040

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabato di sangue sulla provinciale adriatica: muore un motociclista di 34anni
LeccePrima è in caricamento