Incidenti stradali Via Ferdinando Vallese

Sbalzati di sella, un 16enne e una 14enne in prognosi riservata

Il grave incidente nella notte in via Vallese, la cerniera fra centro commerciale Mongolfiera e Borgo San Nicola. Due auto e altrettanti scooter coinvolti. Dinamica tutta da ricostruire

Luca Capoccia Photo.

LECCE – Due autovetture e due scooter coinvolti, una dinamica ancora tutta da chiarire, soprattutto due ragazzi molto giovani, entrambi di Lecce, in prognosi riservata al “Vito Fazzi” a causa delle ferite riportate in uno scontro avvenuto verso mezzanotte. Non rischiano, comunque, la vita, ed è questa l'unica consolazione.

Una notte drammatica e di forte tensione

E’ stata una notte drammatica, quella di sabato, alla periferia fra Lecce e Surbo. Le conseguenze peggiori, per un 16enne che era alla guida di uno scooter Piaggio 50 e per la ragazza di 14 anni appena compiuti che si trova seduta dietro di lui. Entrambi sono stati sbalzati con violenza dal sellone, tanto che la ragazzina, in particolare, ha riportato una brutta frattura alla gamba sinistra. E' in coma farmacologico e ricoverata in terapia intensiva. Illesi, invece, o con ferite comunque lievi, tutti gli altri coinvolti nell’incidente.

Non sono mancati nemmeno momenti di forte tensione quando sul posto, nel cuore della notte, sono arrivati i parenti di alcuni fra i giovani feriti, tanto che i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce hanno dovuto anche rasserenare in qualche modo gli animi. La tensione era quasi palpabile.

Un incidente in un luogo molto buio

Per quanto riguarda la dinamica, come detto, non è ancora molto chiara. Saranno proprio i militari leccesi, nelle prossime ore, a cercare di stabilire con esattezza cosa sia successo. Al momento il sinistro è in fase di studio e dovranno essere svolti ulteriori approfondimenti, basandosi su testimonianze, rilievi planimetrici e fotografie.  Tanto più che nel punto in cui è avvenuto l’incidente, di notte, è buio pesto. E questo nonostante sia un luogo molto trafficato, anche a tarda ora.

Si tratta, infatti, di via Ferdinando Vallese, che rasenta il territorio di Surbo. Un’anonima stradina di campagna fino a diversi anni addietro, ma diventata nel tempo praticata perché una delle cerniere tra il centro commerciale Mongolfiera e il capoluogo. Via Vallese, infatti, passa accanto, in particolare, ai plessi che ospitano il cinema multisala The Space e il Brico Center, e arriva fino al rione Borgo San Nicola di Lecce, correndo parallela alla strada statale 613. E' quindi una delle uscite privilegiate da molti frequentori del centro commerciale. 

Il contatto fra i veicoli vicino al cavalcavia

Il contatto fra i veicoli coinvolti è avvenuto quasi all’altezza del cavalcavia sul quale scorre la tangenziale est, uno dei punti più pericolosi in assoluto sia perché si apre al termine di una curva, sia perché subito dopo si schiude un bivio.

Oltre ai due ragazzi leccesi, che si trovavano sul Piaggio 50, è rimasta coinvolta anche una Hyundai Atos guidata da un 19enne di Lecce che ha riportato cinque giorni di prognosi e che aveva accanto, un 18enne di San Cesario di Lecce (rimasto illeso), con evidenti danni alla fiancata sinistra: il finestrino del lato di guida è andato in frantumi.

Gli altri mezzi sono una Renault Clio guidata da 19enne di Surbo (ha avuto una prognosi di tre giorni di prognosi), che trasportava altri due giovani (un coetaneo, anche questo di Surbo, e un leccese di 18 anni, entrambi senza conseguenze) e uno scooter Gilera condotto da un 15enne che, sebbene senza conseguenze fisiche e che procedeva alle spalle delle autovetture, è stato investito da alcuni dei pezzi staccatisi dopo l’impatto.

La Clio: rotti i freni, s'è fermata dopo 100 metri 

La Clio è l'auto che ha riportato i danni maggiori. Tutta la parte davanti è andata distrutta: si sono rotti i freni, semiasse e ruota anteriore, e l'auto s'è fermata un centinaio di metri dopo. Forse è proprio contro di questa che ha avuto il primo impatto lo scooter dei due ragazzi, che quindi sarebbe rimbalzato addosso all'Atos. 

Oltre ai carabinieri, che hanno sottoposto a sequestro i veicoli, e a più ambulanze del 118, sono intervenuti sul posto anche i vigili del fuoco, i quali hanno dovuto illuminare con i potenti fari il teatro dell’episodio, consentendo di svolgere soccorsi e prime verifiche, altrimenti quasi impossibili. Il 16enne e le 14enne sono stati trasportati immediatamente in ospedale con codici, rispettivamente, giallo e rosso e nelle ore successive sottoposti a interventi chirurgici.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbalzati di sella, un 16enne e una 14enne in prognosi riservata

LeccePrima è in caricamento