Incidenti stradali Via Siracusa

"Sergio vive": la toccante dedica degli amici al giovane centauro scomparso

E' morto sul colpo, per le ferite riportate nell'impatto, Sergio Bassani, il 28enne coinvolto in un incidente stradale giovedì sera. A stabilirlo il medico legale. Un murales dedicato allo sfortunato centauro

LECCE – E’ morto per le conseguenze del tragico incidente stradale in cui è rimasto coinvolto giovedì sera, poco prima delle 20, in piazzale Siena, nella zona 167 di Lecce. Sul corpo di Sergio Bassani, 28 anni, il medico legale Ermenegildo Colosimo, che ha eseguito un esame esterno, ha riscontrato traumatismi e segni tipici e riconducibili ai sinistri stradali.

Bassani, si trovava in sella a una moto Ktm quando, per cause ancora da accertare, è andato a schiantarsi contro la fiancata destra di un’autovettura Daewoo Matiz, condotta da una ragazza di 22 anni di Lecce. Accanto a lei sedeva un'amica in stato interessante. E' stato proprio sul lato del passeggero, dunque, che la moto è andata a collidere, provocando quindi timori anche per le sorti della giovane incinta.

Le condizioni di Bassani sono apparse subito molto gravi. Caduto malamente per terra, nonostante indossasse regolarmente il casco, ha riportato traumi profondi a causa dei quali, purtroppo, s'è spento in pochi istanti. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 a bordo di ambulanze, che però non hanno potuto fare nulla per strapparlo al destino. Il personale medico ha solo potuto constatare il decesso.

Quella del 28enne è una storia tragica e sfortunata. Bassani lavorava presso il bar "Tentazioni" di viale Leopardi e, con i risparmi accumulati in anni di lavoro, sognava di aprire un’attività commerciale in proprio. Un ragazzo molto conosciuto e benvoluto da tutti nella zona.

Gli amici della vittima hanno voluto rendere omaggio al centauro scomparso con un murales toccante, su cui campeggia la scritta: “Sergio vive”. E' stata evidentemente realizzata nel corso della notte scorsa sul muro di cinta dell'istituto compresivo "Zimbalo", in via Siracusa. In tanti, ancora questo pomeriggio, si avvicinavano a piedi o con le auto per osservarla in silenzio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sergio vive": la toccante dedica degli amici al giovane centauro scomparso

LeccePrima è in caricamento