Si incastrano i manubri delle bici e cadono. Un ciclista ricoverato in coma

Un uomo di 73 anni, di Montesano Salentino, ha riportato un grave trauma cranico a seguito di una caduta dal mezzo a due ruote. Si trovava sulla via per Nociglia assieme ad altri tre amici, quando è avvento l'incidente. In città, nella notte, un altro anziano ferito a causa di un investimento: il conducente denunciato perché ubriaco

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce

SUPERSANO – Si è trasformato in incubo il pomeriggio di una domenica per una comitiva di amici usciti in biciletta. Improvvisamente, due dei quattro uomini in sella al mezzo a due ruote, si sono scontrati e sono caduti con violenza sull’asfalto. Uno dei due, Osvaldo Ingletti, 73enne di Supersano, è finito in ospedale, in coma.

L’episodio è avvenuto intorno alle 18 sulla via che collega il comune del pensionato a Nociglia. Non è ancora data conoscere l’esatta dinamica dell’accaduto, ma di certo c’è che, forse per una distrazione, i manubri delle due bici si sono incastrati, facendo perdere l’equilibrio alla vittima. Soccorso dai sanitari del 118, il 73enne è stato trasportato d’urgenza al “Vito Fazzi” di Lecce, dove gli è stato riscontrato un grave trauma cranico. L’uomo è ora ricoverato in coma nel nosocomio del capoluogo salentino. Sul luogo dell’accaduto, intanto, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano.

Un altro incidente, nella notte, si è invece concluso con un bilancio di due feriti e una denuncia in stato di libertà. E’ accaduto a Lecce, su viale dell’Università, intorno all’una. Un ragazzo, a bordo di uno scooter e in compagnia di una giovane, ha infatti colpito un anziano che stava attraversando. Quest’ultimo, caduto sull’asfalto, è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118 e trasportato presso l’ospedale di Copertino dove gli è stata riscontrata la frattura dell’omero.

Il conducente del ciclomotore ha, invece, rimediato alcune lesioni al viso, che gli sono state medicate sul posto dal momento che ha rifiutato il trasporto in ospedale. Ma sottoposto, come da prassi, agli accertamenti medici, il ragazzo è risultato positivo al test alcolemico: la soglia di alcol era superiore a quella consentita dalla legge ed è scattata la denuncia in stato di libertà con l’accusa di guida in stato di ebbrezza.

Il sopralluogo, sul teatro del sinistro stradale, è stato effettuato dai militari dell’Arma della compagnia leccese. I carabinieri ascolteranno l’anziano ferito, per ascoltare la sua versione dell’accaduto. I rilievi sono stati, infatti, parzialmente vanificati: all’arrivo degli inquirenti, infatti, il ciclomotore era stato ormai sposto dalla carreggiata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento