Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

La tragedia poco prima delle 7 sulla statale 101. Nulla da fare per la donna, che era sola nel veicolo. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco e 118. Lascia due bambini 

GALLIPOLI - Era uscita presto, ma nel cuore della Città Bella *, dove abitava, Barbara Fiore, in questa giornata di pioggia scrosciante, fiumi che si riversano sul Salento fin dalla notte, non vi è mai arrivata. Trentatré anni, gallipolina, separata, madre di due bambini, ha perso la vita in uno schianto micidiale avvenuto poco prima delle 7 del mattino sulla strada statale 101, quasi all’altezza dello svincolo per Lido Conchiglie.

Non mancava molto alla meta

Non mancava molto alla meta, dunque, quando, per cause in fase d’accertamento, Barbara Fiore ha perso il controllo della Hyundai ix35 di cui era alla guida. L’auto ha subito una sbandata sul manto viscido, mentre imperversava il temporale, e ha colpito il guard-rail con tale violenza da oltrepassarlo. Poi, più ribaltamenti in mezzo alle campagne, un capitombolo interminabile, prima di fermarsi a circa 30 metri dalla statale.

Una scena straziante

b713c279-cafb-4e2c-96bc-763429e82383-2Quando vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli e i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia, capitano Francesco Battaglia in testa, hanno raggiunto il luogo, hanno trovato la donna sbalzata fuori dall’abitacolo, ormai priva di vita, in mezzo a fango ed erba incolta, e la vettura pericolosamente in bilico su uno sportello. Sono stati gli stessi vigili e i militari a ricollocare quell’ammasso di lamiere senza più forma in una posizione più sicura. Nel frattempo, sono giunti anche gli operatori del 118, i quali non hanno potuto fare praticamente nulla. La giovane donna deve essere morta sul colpo. 

I figli erano dalla nonna

In un primo momento si era anche temuto che anchei bambini potessero essere a bordo con lei, magari intrappolati nell’autovettura. Ma Barbara Fiore era da sola e i figli, al sicuro e ancora ignari di cosa fosse avvenuto, in casa della nonna. A chi è intervenuto sulla terribile scena, è spettato l’arduo compito di rintracciare la famiglia e annunciare una tragedia che ha scosso profondamente la città.

Video | Sul luogo del tragico incidente

Persona dinamica, lavoratrice instancabile. Barbara Fiore, conosciuta anche come Manu, se al momento lavorava ultimamente presso il Bar 801 del centro storico, ed era conosciuta per essere sempre stata sempre attiva nel commercio e nel turismo. A Gallipoli ha anche gestito un b&b in via Briganti ed è stata autista di Ape calessino, i caratteristici veicoli che accompagnano i visitatori nei luoghi più affascinanti del borgo.  

* Non si stava recando al lavoro presso il bar 801, come riportato nella prima versione. Per correttezza, dopo verifica, abbiamo modificato.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento