menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strade pericolose dall'Adriatico allo Jonio: otto feriti in due incidenti

Scontro a Otranto, centauro grave al "Vito Fazzi". Sulla 274, un'auto ribaltata. Fugge il conducente di uno dei veicoli

LECCE – Traffico intenso, code, caos e, purtroppo, immancabili incidenti. Due quelli di particolare gravità che si sono verificati nel pomeriggio su un paio delle più frequentate strade del Salento: uno in zona adriatica, in territorio di Otranto, l’altro sul versante jonico, nel Capo di Leuca a quest’ultimo si riferiscono le immagini). Otto in tutto i feriti.

Scontro fra motocicletta e furgone

Il caso probabilmente più grave è quello riguardante la strada provinciale 366, in zona di Otranto, quasi all’altezza di Baia dei Turchi. Qui, F.R., 25enne di Otranto, a bordo di una moto Suzuki, si è scontrato contro un furgone Renault condotto da S.T., 25enne di Maglie. Ad avere la peggio è stato il centauro, trasportato dal personale sanitario del 118 in codice rosso presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Maglie.

I militari hanno per ora solo una ricostruzione parziale del sinistro, basata su quanto riferito dal conducente del furgone. Secondo questi, la moto stava sorpassando una fila di automobili, quando è avvenuto lo scontro sulla fiancata del Renault, che stava svoltando verso sinistra con la freccia. Nel frattempo, sono stati disposti gli accertamenti urgenti sui conducenti, per verificare l’eventuale assunzione di stupefacenti o alcool, e sequestrati i mezzi coinvolti. A quanto sembra, a bordo della moto c'era un passeggero, ricoverato in condizioni non gravi nell'ospedale di Scorrano.

Auto ribaltata, un conducente fugge

L’altro sinistro si è verificato sulla strada statale 274, allo svincolo per Presicce. Qui sono rimaste coinvolte due autovetture. Una di queste, una Toyota Yaris, dove si trovava un’intera famiglia di Bari, si è ribaltata. La coppia è rimasta incastrata fra le lamiere e per liberarla è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Dietro erano sedute una ragazza e due bambine, che hanno riportato le conseguenze minori.

Nell’altra autovettura, un’Opel Vectra, si trovavano alcuni senegalesi, due dei quali sono rimasti feriti. Il guidatore, invece, si è allontanato prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, perché consapevole di non avere l’assicurazione. Il conducente della Yaris, che ha riportato le ferite più gravi, è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase.

Gli altri sono stati smistati in varie strutture, con codici variabili dal giallo al verde (fra cui le due bimbe, che si trovano presso il “Sacro Cuore” di Gallipoli). Le ricostruzioni sulla dinamica sono affidate agli agenti di polizia del commissariato di Taurisano.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento