Tampona auto e prova a fuggire: tasso alcolemico quattro volte oltre il limite

Denunciata una donna che alla guida di una Hyunday Getz nella notte ha provocato un incidente con una Smart sulla circonvallazione. E' stata rintracciata nel giro di pochi minuti da una volante di polizia in via Monti. Era completamente ubriaca

Repertorio.

LECCE – Di ritorno da una serata con sbronza memorabile annessa, una donna leccese non ha trovato di meglio da fare che tentare la fuga quando, con la mente annebbiata, gli occhi offuscati, nel buio e fra strade inondate d’acqua per la pioggia, con la sua Hyunday Getz, ha tamponato una Smart. Erano le 3 di notte e la donna non ha voluto saperne di fermarsi, tanto che allo sventurato proprietario della Smart non è rimasto altro da fare che chiamare il 113.

Una volante è arrivata sul posto, su viale Giacomo Leopardi (tratto della circonvallazione) all’altezza dell’incrocio con via Vecchia Frigole (uno dei più impegnativi della città per via della sua conformazione anomala, da affrontare sempre a mente fresca…) e gli agenti hanno raccolto indicazioni su modello, targa del veicolo e via di fuga.

Hanno così iniziato una perlustrazione, terminata poco dopo, in via Vincenzo Monti, nel rione Salesiani. In pratica, in una zona quasi alle spalle rispetto al punto del sinistro. La Getz non aveva fatto molta strada. La conducente aveva percorso un tratto di via Vecchia Frigole, tornando indietro e imboccando le vie interne che conducono verso la chiesa di San Domenico Savio. La volante l’ha intercettata e bloccata prima che potesse far perdere le tracce e magari provocare altri inconvenienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna era in uno stato visibilmente alterato, già l’alito, spia di una scarsa lucidità. Il test alcolemico ha certificato ogni sospetto: 2.18 grammi per litro, oltre quattro volte il limite massimo. Per la donna è scattata la denuncia penale con ritiro della patente. Basti pensare a quel che recitano le tabelle per i casi di tasso alcolemico che variano in un range da 1.6 a 3 grammi per litro: "stordimento, aggressività, stato depressivo con grave alterazione dello stato psicofisico, stato di inerzia generale, ipotermia e vomito". Insomma, non proprio la condizione giusta per mettersi al volante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento