menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

La tragedia nel pomeriggio a Taurisano. Marco Preite era in sella alla sua Honda Hornet. Per cause ancora da chiarire, è finito contro il muro di cinta in cemento di un edificio. La moglie colta da malore per lo choc

TAURISANO – Schianto in moto e muore sul colpo. Una tragedia calata all’improvviso nella semideserta domenica da zona arancione per il Covid, in Puglia, e segnata da un tale freddo da aver comportato persino l’emissione di un’allerta meteo gialla per rischio neve. Una tragedia per la quale è stata spezzata a soli 35 anni (ne avrebbe compiuti 36 ad aprile) un giovane di Taurisano, Marco Preite.

Tutto è avvenuto intorno alle 17,15 in una zona poco al di fuori del centro abitato della cittadina del basso Salento, in contrada Tresia, in strada comunale Culummedhri. Preite, che peraltro era proprio vicino casa, per cause in fase d’accertamento, ha perso il controllo della sua moto Honda Hornet, andando a schiantarsi contro il muro di cinta in cemento di un edificio. Uno scontro di tale violenza che, per lui, non c’è stato praticamente nulla da fare. Alcuni passanti hanno visto la moto semidistrutta e il corpo riverso sopra, hanno richiesto l’intervento del 118, ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Preite.

a3cfbd92-4b9f-4cc0-9a5f-aafb4c9417fa-2

Fra i primi a intervenire sul posto sono stati gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano, con una volante. Per i successivi rilievi, è poi stato chiesto l’ausilio della polizia stradale, che ha inviato un’auto dal comando di Lecce. In zona anche i vigili del fuoco del distaccamento di Tricase. Nell’incidente non sono rimasti coinvolti altri veicoli, ma al momento la dinamica non è ancora del tutto chiara.

Video | Sul luogo della tragedia

Fra l’altro, il giovane abitava a qualche centinaio di metri dal punto dell’impatto e sembra che fosse appena uscito in sella alla sua moto. Conosceva bene la zona, ma per qualche motivo, magari un ostacolo improvviso, ha sbandato, finendo per collidere mortalmente sul muro. Saranno gli accertamenti della stradale a stabilire cosa possa essere accaduto. Fra l'altro, il pubblico ministero Luigi Mastroniani, ha richiesto l'invio di un consulente tecnico per un accertamento cinematico.

Marco Preite lascia moglie e due figli, un bimbo di 2 anni e una bimba di 4. La consorte è stata colta da malore, per lo choc, quando è uscita e ha assistito alla scena straziante. Per lei necessario il soccorso del 118, aveva perso i sensi.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento