Incidenti stradali

Scontro fra due automobili sulla statale 274: muore anche il secondo conducente

L'incidente è avvenuto all'altezza dello svincolo per Taviano. Nulla da fare per un 56enne di Trepuzzi. L'altro automobilista coinvolto è spirato poche ore dopo

Foto di Antonio Quarta.

TAVIANO – Erano le 18,50 circa quando s’è verificato lo scontro frontale. Un impatto micidiale, che non ha lasciato alcuno scampo a Maurizio Perrone, un uomo di 56 anni di Trepuzzi. Era alla guida di una Fiat Idea.  Nell’altra vettura, una Renault Modus di proprietà di una società di Presicce, c’era un uomo, rimasto seriamente ferito. E’ stato trasportato in codice rosso al “Vito Fazzi” di Lecce ma, alcune ore dopo, è deceduto perchè il suo quadro clinico si è improvvisamente aggravato. Antonio Rizzello, un 56enne nato a Taurisano, è morto nella notte.

Al lavoro per la dinamica

Difficile al momento stabilire la dinamica precisa, anche per via delle condizioni in cui sono state rinvenute le autovetture, che hanno subito danni notevoli, rimbalzando una sull’altra. Al punto che l’Idea condotta da Perrone è stata ritrovata dai soccorritori letteralmente a cavallo del guard-rail. La Modus, invece, girata su se stessa. Entrambe hanno subito lo sfondamento totale del cofano, con la fuoriuscita di parti del motore.

E’ una strada micidiale, la statale 274. In alcuni punti un sorpasso può essere un vero azzardo. Le auto arrivano quasi a sfiorarsi. Non si sa se effettivamente una delle due autovetture fosse in fase di sorpasso, ma, di certo, una fra l’Idea e la Modus deve aver per qualche motivo oltrepassato la propria corsia, finendo in quella opposta. Ed è stato il contatto pieno, distruttivo.

I soccorritori sul posto

Sul posto, all’altezza per lo svincolo per Taviano e Matino, sono arrivati operatori del 118, vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, carabinieri del Nucleo radiomobile di Casarano e della  stazione di Taviano, volante di polizia del commissariato gallipolino. I militari hanno avviato i rilievi, mentre gli agenti hanno diretto il traffico. Non sono rimasti coinvolti altri mezzi.

Il corpo di Perrone, per il quale i sanitari non hanno potuto fare assolutamente nulla, è stato trasportato presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria. E’ stato applicato il protocollo per verificare l’eventuale stato di ebbrezza o l’influenza di stupefacenti nei conducenti. Ma nel corso della mattinata, anche la salma di Rizzello è stata trasferita presso l'obitorio dell'ospedale leccese, in attesa di accertamenti medico-legali.

Video: sul luogo dell'impatto

Si tratta del secondo incidente con conseguenze devastanti, avvenuto in pochi giorni, pressappoco nella stessa zona. Il 9 settembre scorso, sull’Alezio-Parabita, ha trovato la morte una coppia di Matino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro fra due automobili sulla statale 274: muore anche il secondo conducente

LeccePrima è in caricamento