Mercoledì, 4 Agosto 2021
Incidenti stradali Superstrada Lecce-Brindisi

Schianto all'alba alle porte del capoluogo, muore un 34enne

Alessio Maniglia, leccese, rientrava a casa a bordo di una Lancia Y. L'impatto alle 6,30 alle porte della città, sulla superstrada che collega a Brindisi. Inutili, per lui, i soccorsi. Per i rilievi sono giunti i carabinieri

LECCE – Una sbandata, sull’asfalto forse ancora  viscido per la pioggia della notte precedente, lo schianto sul guard-rail, letteralmente distrutto, e la folle corsa terminata in mezzo alle campagne, dopo un ribaltamento. Secondo, grave incidente sulle strade del Salento, nel giro di poche ore da quello in cui ha perso la vista un 54enne, nella zona di Scorrano. La vittima, questa volta, è un 34enne di Lecce. Si chiamava Alessio Maniglia.

Maniglia rientrava a casa, lungo la superstrada 613 Brindisi-Lecce, a bordo di una Lancia Y, dopo una serata in compagnia di amici nel brindisino, ed era ormai alba quando, all’improvviso, per cause in fase d’accertamento, ha perso il controllo del mezzo. Il terribile schianto è avvenuto intorno alle 6,30, proprio in prossimità dell’ingresso nel capoluogo salentino, nei pressi della concessionaria Bmw. Nell’incidente non sono rimasti coinvolti altri mezzi.

L’ipotesi più plausibile è che il 34enne abbia subito un colpo di sonno. Lo suggerisce la dinamica stessa. L’auto ha cambiato improvvisamente traiettoria, con un brusco movimento verso destra, colpendo con violenza il guard-rail poco prima di un cavalcavia, sfondandolo del tutto, e finendo nei campi ai margini della corsia.

Alcuni automobilisti di passaggio si sono fermati per chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che si sono trovati davanti ad uno spettacolo agghiacciante: l’auto, ridotta ad un ammasso di lamiere, oltre il guard-rail spaccato. E non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, a causa delle gravi lesioni riportate nell’impatto.

Per i rilievi, sono giunti i carabinieri della compagnia di Lecce. La salma è stata trasportata presso la sala mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi”.  I funerali si terranno domani pomeriggio nella chiesa di San Pio X di via Toma, a Lecce.  Maniglia, che non era sposato, aveva una sorella. Laureato in scienze biologiche, attualmente era docente presso il Cepu di Maglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto all'alba alle porte del capoluogo, muore un 34enne

LeccePrima è in caricamento