Ragazzo investito, donna si presenta in caserma e chiede scusa

Dimesso il 16enne travolto a Trepuzzi. Una 38enne che si era allontanata ha spiegato questa mattina di non aver capito subito di aver colpito una persona, quanto uno specchietto, e temeva guai non avendo patente e assicurazione

TREPUZZI – Quando stamattina si è presentata in caserma con il suo avvocato, Antonio Savoia, ai carabinieri della stazione locale ha spiegato di non aver intuito affatto di aver colpito un ragazzo. Non nei primi istanti, almeno. Solo quando ha visto vari articoli di giornale sul caso dell’investimento di un 16enne, finito in ospedale, e ha fatto mente locale sul tragitto percorso, la donna, 38enne di Trepuzzi, ha capito cosa fosse accaduto. E così, questa mattina, la decisione di presentarsi per raccontare la sua versione dei fatti.

L’incidente è avvenuto ieri sera intorno alle 20 a Trepuzzi, in via Surbo, nei pressi di un bar e del campo sportivo. Vittima dell’investimento, da parte di un’utilitaria - nello specifico, una Fiat Punto -, come detto è stato un 16enne che è stato soccorso dagli operatori del 118 e trasportato in codice rosso all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Per quanto cosciente, si temevano conseguenze soprattutto per un urto alla testa che gli ha provocato un trauma cranico. In ospedale, per fortuna, dopo tutti gli esami e un periodo di osservazione, sono state escluse complicazione e questa mattina il giovane è stato dimesso.   

Sul posto, intanto, ieri sera si erano recati i carabinieri e gli agenti di polizia per raccogliere tutti gli elementi utili per rintracciare la persona al volante di un’auto di colore nero non fermatasi a prestare soccorso, vagliando anche diverse telecamere di sorveglianza presenti in zona. Oggi, poi, l’epilogo, con la donna che si è presentata dai carabinieri e ha reso le sue dichiarazioni.

Ha detto, quindi, di essersi convinta, dopo aver avvertito l’urto, di aver colpito uno specchietto retrovisore e, dato che senza patente e senza assicurazione, ha preferito allontanarsi. Ma, sempre secondo quanto sostiene, solo ore dopo ha focalizzato e capito dagli articoli di aver travolto un ragazzo. Per questo, accompagnata dall’avvocato, si è recata dai carabinieri, dicendosi amareggiata, pronta a risarcire il danno e, tramite il legale, chiedendo scusa al ragazzo e alla sua famiglia. La donna è stata deferita per fuga e omissione di soccorso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento