rotate-mobile
Incidenti stradali Uggiano La Chiesa

Auto si ribalta: ferite per una 30enne ubriaca e per il carabiniere che l’ha soccorsa

Una donna è stata accompagnata d’urgenza al “Vito Fazzi” di Lecce, a causa delle gravi ferite: per lei la denuncia in stato di ebbrezza. L’incidente alle 23, alla periferia di Uggiano la Chiesa. Lievi lesioni per un militare

UGGIANO LA CHIESA – Si ribalta con l’auto mentre sta per rincasare: soccorsa e accompagnata d’urgenza in ospedale, è poi risultata ubriaca. È stata denunciata in stato di libertà con l’accusa di guida in stato di ebbrezza una 30enne che, intorno alle 23 di ieri, è rimasta gravemente ferita alla periferia di Uggiano la Chiesa.

Viaggiava a bordo della sua Renault Clio, da sola, quando per cause ancora da verificare ha perso il controllo del veicolo, rovesciandosi sull’asfalto. Fortunatamente nessun’altra vettura è rimasta coinvolta nel sinistro. Soccorsa da un carabiniere della stazione di Otranto, la giovane ferita è stata poi affidata agli operatori del 118, allertati telefonicamente. Il militare, a sua volta, si è provocato delle lesioni per estrarre l’automobilista dall’abitacolo: escoriazioni e tagli che sono stati poi medicati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano.

La conducente, invece, è stata trasportata in codice rosso presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Ricoverata a seguito degli accertamenti, ha riportato diverse lesioni e ora è tenuta sotto osservazione. Sottoposta anche al test alcolemico, tuttavia, la donna è risultata positiva: nel sangue un tasso alcolico ben al di sopra del livello consentito dalla legge. Per lei è dunque scattata la denuncia. I rilievi del sinistro sono stati eseguiti dai carabinieri idrutini e dai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie. Verifiche in corso sulla motivazione con la quale la conducente si trovava fuori casa nonostante il "coprifuoco" imposto dall'emergenza sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto si ribalta: ferite per una 30enne ubriaca e per il carabiniere che l’ha soccorsa

LeccePrima è in caricamento