Incidenti stradali, il Salento in controtendenza: incremento rispetto al 2017

Quella leccese è l'unica provincia della Puglia con un dato maggiore rispetto a quello dell'anno precedente. Per fortuna in sensibile calo il numero delle vittime, mentre è in aumento quello dei feriti

Un incidente di oggi, 24 luglio, per fortuna con ferite lievi.

LECCE – La provincia di Lecce è l’unica tra quelle pugliesi nella quale, nel 2018, il tasso di incidentalità stradale è aumentato rispetto all’anno precedente. I sinistri, infatti, sono stati 1776, venti in più dell’anno precedente. Per fortuna, è diminuito il numero delle vittime, da 41 a 33, mentre è salito quello dei feriti, passato da 2839 a 2923.

La strada più insidiosa è stata la Statale 275 (Maglie-Leuca) con 39 incidenti e 75 feriti, mentre quella più letale si è rivelata la Ss 16 (Lecce-Brindisi  due persone decedute e 59 feriti nei 24 episodi verbalizzati. Una vittima sulla Statale 007 (Lecce-Taranto), con 19 incidenti e 39 feriti. Senza morti e con 48 feriti i 26 incidenti sulla Statale 101 (Lecce-Gallipoli), nesuna vittima nemmeno nei 19 sinistri sulla Statale 274 (Gallipoli-Leuca), dove i feriti sono stati 40. Sulla Provinciale 361 (scorrimento veloce Maglie-Gallipoli) sono stati 18 gli incidenti e 35 i feriti, sulla Provinciale 359 (Nardò Avetrana) 14 i sinistri e 59 i feriti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati raccolti dal Centro regionale di monitoraggio per la sicurezza stradale sono stati illustrati in conferenza, a Bari, presso l’Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio. L’aggregazione dei numeri tra tutte le province lascia intravedere spiragli di ottimismo, come si evince dalla parole dell’assessore ai Trasporti e ai Lavori Pubblici, Giovanni Giannini: “Sebbene il bollettino resti ancora critico rispetto alla necessità di responsabilizzare i conducenti nel guidare con prudenza, per il 2018 è stato registrato un decremento complessivo sia per l’incidentalità stradale che per la mortalità da incidente. Un dato fondamentale è quello rilevato per il numero dei sinistri mortali (167) e del numero dei morti (201), che si impongono come i valori più bassi registrati a partire dall’anno 2001”. L’Unione Europea ha imposto di raggiungere entro il 2020 la riduzione del 50 per cento della mortalità rispetto al dato del decennio precedente: la Puglia è al 43 percento sul 2008.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento