rotate-mobile
Cronaca Vernole

Violenta lite in piazza e poi due pugni sferrati al capo: 44enne in prognosi riservata

L’episodio nella serata di domenica a Strudà, la frazione di Vernole. Al momento non è scattato alcun provvedimento: le indagini sono in corso

STRUDÀ (Vernole) – Un’accesa discussione tra due conoscenti, poi la scazzottata. Uno dei due resta gravemente ferito: è al momento ricoverato in prognosi riservata. Il violento episodio si è verificato nella serata di ieri intorno alle 20 a Strudà, in Piazza Vittorio Veneto, la frazione di Vernole. Stando a una prima ricostruzione il diverbio sarebbe nato tra un 41enne di Bisceglie, da anni domiciliato nel piccolo borgo e un 44enne leccese, entrambi nomi noti alle forze dell’ordine.

Per motivi al momento sconosciuti, sui quali i carabinieri stanno ora eseguendo alcuni accertamenti, sembrerebbe che il più giovane abbia sferrato due pugni alla testa del 44enne, provocandogli delle importanti lesioni. Immediato l’intervento degli operatori del 118, che hanno trasportato il ferito presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. È qui che l’uomo è tuttora ricoverato, in prognosi riservata, a causa di un trauma cranico e di altre fratture riscontratigli dal personale medico.

Il luogo dell’accaduto è stato raggiunto poco dopo dai militari della stazione vernolese, per ascoltare i coinvolti nell’episodio e gli eventuali testimoni. Nell’area della piazza vi sarebbero un paio di videocamere di sorveglianza utili alla ricostruzione dell’accaduto: i filmati saranno recuperati dagli uomini dell’Arma per i successivi approfondimenti. Al momento non è scattato alcun provvedimento: soltanto al termine delle prime verifiche l’autorità giudiziaria potrà disporre eventuali misure.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta lite in piazza e poi due pugni sferrati al capo: 44enne in prognosi riservata

LeccePrima è in caricamento