Sparatoria nell'area di servizio. Dimesso il giovane ferito, caccia all'autore

Gioele Greco, ferito nei pressi della stazione di rifornimento "Tamoil" di Cavallino, guarirà nel giro di due settimane. Gli inquirenti, nella mattinata, hanno effettuato un ulteriore sopralluogo per raccogliere nuovi elementi

L'auto del 25enne ferito all'addome

CAVALLINO - È stato dimesso poco dopo la corsa in ospedale, Gioele Greco, il commerciante di 25 anni, residente a Lecce, ferito da un colpo d'arma da fuoco nella serata di sabato,  nei pressi di un'area di servizio, alla periferia di Cavallino.

Dopo essere stato medicato e sottoposto d'urgenza ad alcuni accertamenti sanitari, il 25enne ha lasciato poco prima della notte l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce - dove era stato trasportato - e ha fatto ritorno a casa. Le lesioni che ha riportato all'altezza dell'addome sono state dichiarate guaribili in circa 15 giorni.

I carabinieri del nucleo investigativo del capoluogo salentino, intanto, stanno lavorando incessantemente su quanto accaduto, raccogliendo indizi, effettuando perizie e ascoltando alcuni individui e testimoni che potrebbero fornire elementi determinanti alla fase investigativa.

Nel corso della mattinata, infatti, i militari dell'Arma hanno eseguito una serie un secondo sopralluogo, approfittando della luce solare di cui non era possibile disporre al momento della sparatoria.

Nelle prossime ore potrebbero emergere nuovi indizi, utili a chiarire il movente di un simile, efferato gesto, fino ad identificare l'autore, o più responsabili, del ferimento di Greco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quest'ultimo, trovato in passato in possesso di armi, vanta alcuni precedenti penali, tra i quali una condanna per detenzione di cocaina finalizzata allo spaccio ed estorsione. Nel 2007 inoltre, era stato ritenuto il responsabile di  un'aggressione ai danni di un ragazzo di Frigole, per costringerlo a consegnare alcune somme di denaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento