Drammatico volo dall’impalcatura: si attende l’autopsia sul corpo dell’operaio

Il pm conferirà l’incarico al medico legale, forse nella giornata di venerdì, per l’accertamento sul corpo del 57enne di Arnesano

L'edifificio sul quale la vitima stava eseguendo dei lavori.

ARNESANO – Si trova ancora presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce la salma di Roberto Pulli, l’operaio 57enne deceduto per un tragico infortunio sul lavoro nella mattinata di ieri, precipitato da un'impalcatura durante degli interventi di ristrutturazione su un edificio a Monteroni di Lecce. Il suo corpo non è ancora stato restituito ai famigliari, per l’ultimo saluto, in attesa dell’autopsia che dovrà essere effettuata a breve.

L’accertamento sarà eseguito infatti nel corso dei prossimi giorni quando il pm presso la Procura della Repubblica di Lecce, Donatina Buffelli, conferirà l’incarico al medico legale. Non è però escluso che l’esame autoptico possa slittare direttamente a lunedì. Sono intanto in corso le indagini, da parte dei carabinieri della compagnia di Lecce, guidati dal capitano Flavio Pieroni.

I militari dell'Arma, assieme agli ispettori dello Spesal, stanno lavorando da oltre 24 ore per ricostruire con esattezza gli ultimi istanti che hanno preceduto quel maledetto volo, da un’altezza di circa sei metri, costata la vita a un padre di famiglia.  La vittima lascia infatti una figlia, un figlio e una moglie in un dolore inenarrabile non soltanto per la sua drammatica morte, ma anche per la modalità con cui questa è sopraggiunta: mentre lui si trovava al lavoro, appunto, per i suoi famigliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento