Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Influenza A, muore a Roma leccese. Aveva solo 18 anni

Chantal Carleo era malata di fibrosi cistica fin da piccola. Era partita da Lecce a Roma per le terapie, come faceva due volte l'anno. Ma ha contratto il virus e stamattina s'è spenta nella capitale

Chantal Carleo, in una sua foto su Facebook.

ROMA - Amava il ballo, e forse avrebbe avuto un futuro in questo mondo, perché si applicava molto. Con la rinomata scuola di danza del Balletto regionale pugliese s'era fatta apprezzare, insieme ad altri giovani, per la sua grazia e la preparazione, in diversi concorsi sul territorio nazionale. Ma questa era la faccia luminosa della medaglia. Conosceva infatti già molto bene anche il dolore, gli ospedali, le interminabili ore in attesa di una visita, la sottoposizione alle terapie. Chantal Carleo aveva solo 18 anni ed era malata fin da piccola di fibrosi cistica. Una malattia genetica, che provoca effetti devastanti sui polmoni e che può intaccare anche altri organi, come il pancreas.

Il destino ha voluto che si spegnesse questa mattina presso l'ospedale "Bambin Gesù" di Roma a causa delle complicanze dell'influenza A. E' ormai risaputo come il virus H1N1 possa risultare letale in persone già affette da altre patologie particolarmente gravi. Chantal danzava, dunque, ma ultimamente si stancava molto e partecipava con meno vigore alle prove con le compagne. E si trovava in questi giorni nella capitale, come avveniva ormai da anni, partita da Lecce con i suoi parenti più stretti per alcune cure mediche a base di antibiotici, riguardanti proprio la fibrosi cistica.

Partiva almeno una o due volte l'anno, ma nel frattempo - negli ultimi periodi, ma sarà l'autopsia a svelare i dettagli - aveva contratto l'influenza A. Questa mattina, l'aggravarsi definitivo di un quadro clinico già compromesso, e poi la morte. Da quattro giorni i medici la tenevano sotto osservazione nel reparto di rianimazione. Si tratta della seconda vittima, a Roma, in un solo giorno, la quarta in tutto di oggi. E la ventiquattresina italiana dall'inizio dell'anno. Sconvolta la famiglia. La sorella maggiore, di 28 anni, come riportato da diverse agenzie, avrebbe lanciato l'ipotesi che Chantal sia morta perché non si trovava cautelata nel reparto giusto, ovvero a contatto con malati di febbre. Non si escludono strascichi giudiziari nella vicenda. Per ora, resta lo sgomento per quest'assurda morte (si tratta della prima vittima salentina) e la paura di molti per le complicazioni dell'influenza, nonostante le rassicurazioni e le indicazioni che si sforzano di dare i medici di fronte a questa nuova forma virale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza A, muore a Roma leccese. Aveva solo 18 anni

LeccePrima è in caricamento