Cronaca Via Lecce

Schiacciato dal bus che stava riparando. Ferito un operaio 52enne

Ha riportato un trauma cranico e diverse lesioni su tutto il corpo l'uomo che, questa mattina, è stato travolto dal mezzo, in manutenzione nell'autofficina. Soccorso dal 118, è stato accompagnato presso l'ospedale di Lecce

Foto di repertorio

LECCE  - Come se non bastasse già la crisi economica in corso a minacciare i dipendenti, non accenna ad arrestarsi neppure il fenomeno degli infortuni sui luoghi di lavoro. L’ultimo episodio è accaduto questa mattina, a Lecce, dove un operaio di 52 anni di Trepuzzi, Fernando Ragione, è stato letteralmente schiacciato da un bus delle Ferrovie Sud Est, in riparazione presso un’autofficina, sulla via che congiunge Lecce a Galatina, nella zona di San Cesario di Lecce. Il mezzo era stato sollevato con un crick, che è stato poi posto sotto sequestro. 

Soccorso dal personale del 118, l’operaio è stato accompagnato d’urgenza, a bordo di un’autoambulanza, presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Sottoposto dapprima alle visite del personale medico, e poi ad accertamenti sanitari più approfonditi, gli è stato riscontrato un trauma cranico, e svariate lesioni su tutto il corpo. Ora è tenuto sotto osservazione nel nosocomio leccese, in attesa di essere destinato al reparto dove verrà ricoverato.

Sul luogo dell’episodio sono anche giunti i carabinieri della stazione di San Cesario di Lecce, assieme ai colleghi del nucleo operativo e radiomobile della compagnia leccese. I militari dell’Arma hanno ascoltato i testimoni dell’accaduto ed eseguito un sopralluogo, sperando di ricostruire eventuali responsabilità dell’episodio, qualora ce ne fossero, o stabilire se si sia trattato, piuttosto, di una triste fatalità. Indagini in corso, per ulteriori approfondimenti, sono nelle mani del personale dello Spesal. Anche l'autobus, oltre al click, è finito sotto sequestro. Entrambi sono in custodia presso la stessa officina.

Solo martedì scorso, un operaio di 45 anni, originario di Guagnano, finì in ospedale con una frattura all’avambraccio, provocatagli dal tornio che stava utilizzando. Impiegato in una ditta leccese, fu dichiarato guaribile in circa due settimane. Poi, andando, a ritroso, neppure una settimana addietroAndrea Chiffi, 65enne di Salve, rimase travolto da un’imponente palma che aveva appena abbattuto nel giardino di un’abitazione di Santa Maria di Leuca, dove stava svolgendo alcuni interventi. Quando giunsero i soccorsi, per l’uomo non c’era più nulla da fare. Era ormai deceduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato dal bus che stava riparando. Ferito un operaio 52enne

LeccePrima è in caricamento