rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Ingegnere perde il portafogli e viene rintracciato tramite Google

L’episodio nel bar “Leopardi” a Lecce: un cliente ha trovato il borsellino smarrito da un 47enne con all’interno 65 euro, documenti di identità e carta di credito e l’ha consegnato al gestore affinché lo restituisse al legittimo proprietario

LECCE - ?Ho sempre creduto che le azioni buone nella vita in qualche modo poi vengano ripagate. E? come se seguissero un moto ciclico. In passato anche a me è capitato di restituire il portafogli a un uomo che l?aveva perduto e oggi quell?uomo sono diventato io? sono queste le parole di Gianpiero, ingegnere di 47 anni, al quale è stato consegnato l?oggetto smarrito qualche giorno fa, all?uscita del bar Leopardi, sulla circonvallazione di Lecce, città in cui risiede.

A trovare il borsellino con all?interno 65 euro in contanti, il documento d?identità, la patente di guida e la carta di credito, era stato un cliente del locale che l?aveva rimesso nelle mani dei gestori, lasciando che fossero loro a rintracciare il proprietario. E così è stato.

La ricerca è partita prima su facebook, poi sul motore di ricerca google, dove inserendo le generalità del 47enne sono riusciti a scoprire l?azienda presso la quale lavora.

?E? stata una mia collega a contattarmi al cellulare per avvisarmi che Mauro Riezzo aveva telefonato in sede chiedendo di me, perché voleva restituirmi il borsellino che un cliente aveva trovato nel suo locale. Sinceramente non credevo alle mie orecchie perché gesti del genere credo siano piuttosto rari e forse proprio per questo riempiono il cuore più di altri? ha raccontato il professionista a Lecceprima che ha aggiunto: ?Il gestore non ha voluto alcuna ricompensa. Gli è bastato ricevere la mia gratitudine?.

Nel bar Leopardi, il 47enne si era recato in serata dopo aver mangiato una pizza con la moglie e il figlio per acquistare un pacco di gomme da masticare e forse per la fretta aveva perduto il portafogli che pensava di aver riposto nel borsello. Si era accorto di averlo smarrito solo la mattina seguente, quando era al volante della sua auto e, ironia della sorte, era stato fermato dalla polizia per un controllo stradale. Sperava di averlo dimenticato da qualche parte in casa, ma dopo averlo cercato invano, aveva bloccato la carta di credito e si era recato presso la caserma dei carabinieri per sporgere denuncia. Denuncia che alla fine è stata ritirata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingegnere perde il portafogli e viene rintracciato tramite Google

LeccePrima è in caricamento