Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Ingoia un boccone di carne e rimane soffocato, tragica morte per un 58enne

La tragedia è avvenuta poco prima di mezzogiorno a Maglie. Inutile, seppur tempestivo, l'intervento dell'ambulanza del 118

Foto di repertorio.

LECCE – Stava cucinando, quando un pezzo di carne che ha masticato e inghiottito gli è andato per traverso. È morto così Carlo Zingarelli, 58enne di Maglie. Era intento a preparare il pranzo in una giornata come tante altre. Improvvisamente, si è come impietrito e ha iniziato a tossire con estrema forza, faticando a respirare e ansimando senza sosta.

Poco dopo, la sorella, con cui coabitava in via Malta, lo ha sentito stramazzare a terra sul pavimento e ha tentato di soccorrerlo, mentre stava diventando paonazzo in volto. Poi, ha subito chiamato il pronto soccorso e il 118 ha inviato sul posto un’autoambulanza con i sanitari a bordo pronti per l’emergenza. Sul posto anche gli agenti di polizia locale e i carabinieri.

Una volta arrivati presso l’abitazione del 58enne, i sanitari hanno tentato di rianimarlo in ogni modo, ma il suo cuore ha cessato di battere definitivamente ed è morto per arresto cardiaco. In questi casi gravissimi la causa della morte è indicata nell’asfissia meccanica dovuta al cibo che ha ostruito le vie respiratorie, in particolare la trachea.

L'arresto cardiaco è la tragica conseguenza successiva al blocco della trachea che ha impedito la corretta respirazione. La morte di Zingarelli ha scosso l’intera comunità di Maglie, stretta intorno al dolore dei famigliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingoia un boccone di carne e rimane soffocato, tragica morte per un 58enne

LeccePrima è in caricamento