Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Aradeo

Ennesima tragedia sul luogo di lavoro: un trauma cranico strappa alla vita un 30enne

La tragedia nella mattinata di oggi, all’interno di un’abitazione privata, lungo la strada che collega Aradeo a Noha, la frazione galatinese. Nulla da fare per la vittima: è spirata sul colpo

I carabinieri e il 118 sul luogo della tragedia.

NOHA (Galatina) – Un trauma cranico da schiacciamento strappa un giovane operaio edile alla vita. Una mattinata di lavoro trasformata in tragedia, quella di oggi, per un 30enne, deceduto intorno alle 11 e mezzo all’interno di un giardino di un’abitazione privata. Il drammatico infortunio sulla via che collega Aradeo a Noha, la frazione di Galatina. La vittima è Luca Sedile, di Collepasso, che sarebbe stato travolto da un camion durante gli interventi.

Da una prima, ancora frammentaria ricostruzione, sembrerebbe infatti che l’operaio fosse alle prese con la sistemazione del giardino che circonda una piscina in costruzione, quando qualcosa è andato improvvisamente storto e il mezzo condotto da un altro collega lo ha colpito accidentalmente. Soccorso immediatamente dagli operatori del 118, per l’operaio non vi è stato però nulla da fare. Troppo profonde e gravi le lesioni rimediate alla testa nel drammatico incidente.

Sul posto, oltre ai sanitari e i carabinieri di Galatina per i rilievi, anche gli ispettori dello Spesal, il Servizio di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro della Asl e il procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Lecce, Elsa Valeria Mignone. Il medico legale Alberto Tortorella, sopraggiunto per una prima ispezione esterna, ha constatato il decesso dell'uomo il cui corpo, in mattinata, è stato  trasefrito presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce per i successivi accertamenti di natura medica e per gli approfondimenti giudiziari.

Il mezzo utilizzato durante i lavori, che ra già stato spostato al momento dell'arrivo degli inquirenti, è stato posto sotto sequestro per le successive perizie. Sul luogo è stato fatto sopraggiungere anche un meccanico per sollevare il cassone e rilevare le tracce ematiche della vittima che, tuttavia, non sono state trovate sul veicolo. La dinamica precisa dell'incidente sarà dunque ricostruita in un secondo momento. Non vi erano altri testimoni oculari, fatta eccezione per il collega alla guida del mezzo pesante, al momento dell'accaduto. Accertamenti in corso sull'autista del camion, un 51enne di Aradeo, e sulla proprietaria dell'immobile, una donna di 42 anni, originaria della zona, anche se residente in provincia di Roma. E intanto continuano le indagini sulle fasi che hanno preceduto la tragedia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ennesima tragedia sul luogo di lavoro: un trauma cranico strappa alla vita un 30enne

LeccePrima è in caricamento