Inizia domani il processo di canonizzazione per Mirella Solidoro di Taurisano

La celebrazione presso la Cattedrale di Ugento Un momento molto atteso per i fedeli di Taurisano e dell'intero circondario. Il vescovo Vito Angiuli insedierà il tribunale per raccogliere documentazione, dopo il nulla osta della Cei e del Vaticano, risalente a febbraio scorso

UGENTO – Antonia Mirella Solidoro fu piagata da una grave malattia per la quale i medici, nel 1979, dopo un drammatico intervento, le diedero pochi mesi di vita. Entrò in coma e si risvegliò dopo tre anni, come rinata.

La sua fu una “malattia che, piuttosto che spegnere la sua fede, l’ha consolidata, fino a farla assimilare alla croce di Cristo, rendendola capace di vincere il dolore con l’amore”, ricordano oggi più che mai dalla diocesi di Santa Maria Ugento. “Questo l’ha resa capace di diventare essa stessa consolatrice degli afflitti ed evangelizzatrice delle persone che si erano allontanate dalla fede”. Nata a Taurisano il 13 luglio del 1964, da un’umile famiglia, nonostante indicibili sofferenze, superò ogni aspettativa e morì a 35 anni, il 4 ottobre del 1999.

Dopo un lungo percorso, si aprirà domani, 1° ottobre, alle 17,30, presso Cattedrale di Ugento, la causa di canonizzazione. Un momento molto atteso per i fedeli di Taurisano e circondario. La solenne celebrazione eucaristica sarà presieduta dal vescovo Vito Angiuli. Dopo il nulla osta della Cei e del Vaticano, risalente a febbraio, il vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca insedierà il tribunale.

Un lavoro di raccolta e catalogazione che sarà inviato presso la Congregazione dei Santi, per vagliare le condizioni che potrebbero condurla alla canonizzazione. Il sepolcro della Serva di Dio (il primo titolo, nel processo di canonizzazione) Antonia Mirella Solidoro si trova presso la parrocchia Santi Martiri Giovanni Battista e Maria Goretti di Taurisano. La sua storia si può conoscere tramite il sito ufficiale: https://www.mirellasolidoro.it.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento