Cronaca Sternatia

Inosservanti alle prescrizioni, in tre finiscono nel carcere di Borgo San Nicola

I carabinieri hanno arrestato nelle ultime ore un 28enne di Sternatia, un 30enne di Campi Salentina e un 42enne di Sannicola

LECCE - E’ stato giudicato inaffidabile all’osservanza della misura cautelare che lo riguarda, durante l’udienza preliminare, e, di conseguenza, con il rischio che possa ripetere gli stessi reati per i quali era stato arrestato nell’ottobre scorso. Per questo, Mattia Mazzeo, 28enne di Sternatia, è finito in carcere.

A trasferirlo a Borgo San Nicola sono stati i carabinieri della stazione di Presicce, dando quindi esecuzione a un’ordinanza di revoca dei domiciliari, che stava scontando presso una comunità di Acquarica del Capo.

A metà ottobre del 2017, Mazzeo era stato arrestato per maltrattamenti ai suoi familiari ed estorsione aggravata. Avrebbe, ciò, minacciato e aggredito i genitori più volte, in un periodo in cu i era peraltro sottoposto alla libertà vigilata,  arrivando anche a danneggiare oggetti e arredi di casa. Questo, spesso  con l’intenzione di ottenere denaro.

A Campi Salentina, invece, è stato arrestato Luca Pagliara, 30enne del posto. Già sottoposto all’obbligo dimora a Pesaro, avrebbe violato il provvedimento. Ora si trova in carcere.

A Sannicola, infine, i carabinieri della stazione hanno arrestato Antonio Montefusco, 42enne del posto. La misura dell’affidamento in prova servizi è stata sostituita dall’arresto in carcere, per aver violato l’obbligo della permanenza presso una comunità di recupero di Lecce. E’ stato condotto in carcere per scontare tre anni e mezzo di reclusione per reati legati agli stupefacenti, secondo una sentenza della Corte d’appello

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inosservanti alle prescrizioni, in tre finiscono nel carcere di Borgo San Nicola

LeccePrima è in caricamento