Un insegnante leccese è in corsa per il “Global teacher prize”: i finalisti sono 50

Daniele Manni insegna Informatica al "Galilei-Costa", nella storia sede di piazzetta De Sanctis. Il premio è di un milione di dollari, finanziato dalla Varkey Gems Foundation, di cui è presidente onorario l'ex presidente Usa, Bill Clinton

LECCE – Un insegnante di Informatica dell’Istituto di istruzione superiore “Galilei-Costa” di Lecce è in corsa per il “Global teacher prize”, il riconoscimento attribuito dalla Varkey Gems Foundation. Si tratta di un’organizzazione - il cui presidente onorario è l’ex presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton - che si occupa della promozione delle eccellenze nel mondo della scuola, individuando coloro che in maniera più innovativa ed efficace contribuiscono ad elevare la qualità dell’insegnamento e la consapevolezza da parte degli studenti del proprio ruolo attivo nella cittadinanza.

Dopo una lunga fase di preselezione, di 1300 candidature da 127 nazioni, sono rimasti in 50 a contendersi il premio, che vale tanta gloria e un milione di dollari. Nella short list, ci sono nove europei, di cui due italiani: l’altro docente “tricolore” è Daniela Boscolo dell’istituto tecnico superiore economico di Porto Viro (Rovigo). La notizia è stata rilanciata in Italia dalle agenzie di stampa.

La decisione finale, attesa per marzo, spetta ad una giuria di personalità attive in tutto il mondo nel campo dell’istruzione e dell’economia, della politica e della cultura.  Manni è originario di Racale, ma vive nel capoluogo salentino da molti anni: insegna dal 1986 e dal 1990 lavora nell’ istituto di piazzetta De Sanctis, in quella scuola che fino alla riforma entrata in vigore nell’anno 2010 – 2011 era denominata “tecnico – commerciale” e che per prima in Italia, nel 1994 si dotò di un proprio server per il web. Adesso via ha sede il polo informatico dell’istituto tecnico statale che ha invece il piazza Palio il settore tecnologico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manni  nel 2009 scrisse più volte all’allora ministro, Maria Stella Gelmini per scongiurare la cancellazione nel settore economico, dell’indirizzo Programmatori. E’ stato più volte protagonista insieme ai suoi studenti di interessanti percorsi didattici finalizzati alla creazione di start up. Un suo alunno, Antonio Scarnera, è stato nominato un paio di settimane addietro Digital Champion della città di Lecce, nell’ambito di una manifestazione nazionale che ha lanciato un progetto che punta a modernizzare il Paese attraverso il digitale, con la partecipazione di importanti partner pubblici (il governo) e privati (Telecom). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento