Rubano monili in una casa, poi si danno alla fuga sui tetti. Inseguiti e arrestati

Un 27enne di Ugento e un 26enne di Melissano sono stati fermati dai carabinieri di Salve, Presicce e Gagliano del Capo. Nel tardo pomeriggio di ieri hanno sottratto preziosi da una casa del piccolo comune del Capo di Leuca, per poi dileguarsi nelle campagne. I militari si sono messi sulle loro tracce e recuperato la refurtiva

I monili recuperati dai carabinieri

SALVE – Sorpresi a rubare in un’abitazione, vengono inseguiti e arrestati. Nella serata di ieri, i militari della stazione di Salve, coordinati dal luogotenente  Tersigio Zezza, n collaborazione con i colleghi di Presicce e Gagliano del Capo, hanno fermato Maicol Civilla, 27enne di Ugento e Tommaso Massaro, 26enne di Melissano, entrambi già noti alle forze dell’ordine. 

Intorno alle 18, una telefonata giunta alla compagnia di Tricase ha segnalato un furto in abitazione in corso, nel centro di Salve. Sul posto, sono giunte due pattuglie dell’Arma, ma i malviventi si sono dileguati attraverso i tetti delle case confiCIVILLA MAICOL..-3nanti. Dall’ultima abitazione dell’isolato hanno raggiunto una campagna e si sono divisi per aumentare le possibilità di fuga. Scavalcando poi vari muretti , hanno cercato di far perdere le loro tracce in direzioni opposte, ma non avevano fatto i conti con la determinazione dei militari.

I carabinieri  hanno seguito lo stesso percorso giungendo ad accerchiarli in due appezzamenti di terreno, dove hanno sbarrato loro ogni via di fuga. A quel punto per i due ladri non vi era altra scelta se non arrendersi e consegnare tutti gli oggetti che avevano appena rubato: bracciali, collane, orecchini e altri monili in oro, per un ingente valore.MASSARO TOMMASO..-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 I due sono stati immediatamente dichiarati in arresto e condotti presso la caserma di Salve. Gli oggetti recuperati sono stati restituiti al legittimo proprietario. Enorme la sua soddisfazione poiché aveva già perso le speranze di rivedere alcuni oggetti di particolare valore, soprattutto affettivo.I due arrestati sono stati trasferiti al carcere di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento