Ladri inseguiti sparano contro i carabinieri. E' caccia alla banda

Alcuni individui hanno eseguito un furto nel distributore "Conversano", poi la fuga spericolata. Nella folle corsa, hanno esploso colpi d'arma da fuoco contro i militari, lanciando persino il registratore di cassa dal finestrino

Un'immagine dell'area di servizio. Foto di Antonio Quarta (tutti i diritti riservati)

NOVOLI  - La scena, oramai, è sempre la stessa. Quasi fosse inevitabile. Aree di servizio prese di mira da malviventi che, nel cuore della notte, fanno irruzione nei locali commerciali, rovistando ovunque, alla ricerca di un bottino. Anche misero. Questa volta è toccato al distributore "Conversano", appartenente ad Anna Politi, sulla strada provinciale che congiunge Veglie a Novoli.  Ma l'escalation di violenza, non si è fermata al solo edificio.

Dopo aver forzato la porta di ingresso, e dopo aver strappato le grate metalliche poste sulla finestra, alcuni malviventi hanno mandato in frantumi la vetrata, per poi  impossessarsi del registratore di cassa, nonostante l'allarme si fosse immediatamente attivato.

Gli uomini dell'istituto di vigilanza privata "Velialpol", intervenuti sul luogo del furto, hanno  incrociato gli autori del gesto, sul luogo dell'accaduto. Questi, alla guida di una Jeep Cherokee, di colore scuro, rubata nella notte a Salice Salentino, si sono dati alla fuga, alla vista degli agenti. Lo stesso mezzo, prelevato due notti addietro, da un concessionario di auto del comune nord-salentino, potrebbe essere stato utilizzato per un altro colpo con spaccata,  messo a segno ai danni della stazione di servizio Q8, sulla strada provinciale che collega Salice Salentino a Veglie.

I carabinieri del nucleo radiomobile di Campi Salentina, intervenuti a dare manforte nell'operazione, hanno dato vita ad uno spericolato inseguimento che, tra incidenti scampati, accerchiamenti, e mezzi quasi speronati, si è protratto per numerosi chilometri, fino alle porte di Cellino San Marco, nel brindisino, dove i malviventi hanno scaraventato, fuori dal finestrino dell'auto, il registratore di cassa.

Mentre il deposito dei contanti  è stato recuperato, i malviventi  hanno esploso due colpi di arma da fuoco nella direzione dei militari. Allertati anche i colleghi di Brindisi, i carabinieri hanno proseguito con l'inseguimento dei banditi, i quali sono riusciti a dileguarsi lungo le campagne tra Cellino San Marco e San Donaci, facendo perdere le tracce. Una vera e propria sfida con la morte, e per un bottino a dir poco ridicolo: 50 euro.

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento