Insetti nella pasta delle mense di due scuole, stop al servizio e ispezioni

Il problema s'è verificato in due plessi di Salice Salentino e Guagnano. Le rispettive amministrazioni comunali hanno subito preso provvedimenti, sospendendo il servizio in via cautelativa. Interessata anche l'Asl di Brindisi per svolgere alcuni approfondimenti, perché la cooperativa ha sede a Mesagne

Repertorio (@TM News/Infophoto)

GUAGNANO – Piccoli insetti nella pasta (nello specifico conchiglie, quindi pasta corta) destinata alle mense scolastiche di due plessi, uno a Salice Salentino, in via Valente, e l’altro a Guagnano, in via Provinciale. La sgradita sorpresa è avvenuta venerdì scorso e subito sono stati adottati provvedimenti da parte delle rispettive amministrazioni comunali. 

Per prima cosa, il servizio mensa con la ditta incaricata, una cooperativa con sede a Mesagne che serve entrambe le sedi di scuole elementari, è stato immediatamente sospeso in via cautelativa, con effetto a partire da oggi. 

Poi, sono stati disposti i primi controlli. A Salice Salentino, il sindaco Giuseppe Tondo ha chiesto un sopralluogo all’interno del plesso indicato. A Guagnano, il vicesindaco Danilo Verdoscia (che al momento sta sostituendo il primo cittadino Fernando Leone, fuori sede per altri impegni), di concerto con l’assistente sociale Giovanna Tarantini, ha interessato l’Asl di Brindisi, scrivendo in via formale per richiedere un’ispezione nella sede stessa della cooperativa.

Va detto che il fenomeno non s’è presentato in tutti i plessi del comprensorio di Salice e Guagnano. Sono, appunto, soltanto due quelli interessati. Di certo, la vicenda ha portato a vibranti proteste da parte dei genitori (basti pensare che vi sono settantasette alunni nel solo edificio di via Provinciale, a Guagnano), con ovvia presa di posizione delle autorità comunali che non vogliono lasciare nulla al caso.

“Il problema che potrebbe dipendere dal grano, ma bisogna anche vedere lo stato di conservazione della pasta”, dice per telefono il vicesindaco Verdoscia.

Sono state alcune maestre ad avvisare del problema. “E subito abbiamo contattato le famiglie invitandole a restare tranquille. Il nostro è stato un atto necessario per avere massima certezza sull’igiene e per la salute dei bambini, e anche per non creare allarmismo”.

“Per questo – aggiunge -, con la dottoressa Tarantini dei servizi sociali abbiamo condiviso la scelta di scrivere all’Asl e di sospendere nel frattempo il servizio, almeno sino a quando i sanitari non avranno svolto i dovuti controlli”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controlli che, assicura lo stesso amministratore comunale, saranno svolti nelle prossime ore, avendo avuto rassicurazioni in merito da parte dell’Azienda sanitaria del capoluogo messapico, chiamata ad assolvere questa funzione per competenza territoriale, considerato che la sede della cooperativa ricade sul proprio territorio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento