Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Insulti, minacce di morte e violenze nei confronti della moglie: arrestato

All'uomo, già detenuto, la misura cautelare è stata notificata in carcere, dov'è finito anche un 44enne per stalking

LECCE – L’ordinanza di custodia cautelare gli è stata notificata dai carabinieri della stazione di Martano in carcere, dov’è detenuto per reati in materia di stupefacenti ed altro, commessi a Castrignano dei Greci tra aprile e maggio del 2017. Questa volta M.R., 47enne di Otranto, dovrà rispondere di reati ancora più gravi: maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale.

A dare avvio alle indagini è stata la denuncia presentata dalla moglie. I militari dell’Arma hanno poi raccolto a carico del 47enne una lunga serie di elementi, su cui si è poi basata la misura chiesta dalla Procura ed emessa dal gip.  L’uomo, sin dall’anno 2014, avrebbe maltrattato la moglie, rivolgendole continue minacce di morte, proferite anche brandendo armi bianche, costringendola a subire le sue violenze e insultandola continuamente, il tutto alla presenza dei figli minori.

A Veglie, invece, i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Lucca nei confronti di Antonio Ciola 44enne del posto, già finito ai domiciliari per stalking. Nonostante la misura cautelare in corso, il 44enne avrebbe continuato a molestare per telefono, sms e social network una donna. Un’attenzione morbosa e ossessiva, che lo ha condotto a varcare le porte del carcere di Borgo San Nicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti, minacce di morte e violenze nei confronti della moglie: arrestato

LeccePrima è in caricamento