Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Insulti, minacce e botte alla convivente, scatta l'obbligo di allontanamento

Gli agenti del commissariato di Taurisano hanno eseguito la misura nei confronti di un 29enne dopo la denuncia presentata dalla vittima

LECCE – Un nuovo caso di violenza sulle donne è stato denunciato alla polizia. Gli agenti del commissariato di Taurisano hanno eseguito una misura cautelare dell'obbligo di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla persona offesa nei confronti di un 29enne di un paese limitrofo, indagato per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Il provvedimento nasce dalla denuncia presentata dalla convivente, che ha trovato la forza e il coraggio di raccontare alla polizia i continui maltrattamenti e le lesioni subite da parte dell'uomo. Il 29enne avrebbe sottoposto la donna a un regime di vita odioso ed insopportabile, insultandola di continuo e minacciandola di morte. Tanti gli episodi di percosse con calci e pugni, che hanno provocato lesioni alla vittima, in un caso provocando danni a una costola. Violenza che non ha risparmiato ii figli minori, spesso percossi e strattonati quando tentavano di difendere la propria madre dalle violenze. L’uomo avrebbe anche sottratto ai familiari i mezzi di sussistenza indispensabili per una vita dignitosa, non contribuendo in alcun modo alle spese domestiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti, minacce e botte alla convivente, scatta l'obbligo di allontanamento

LeccePrima è in caricamento