rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
La svolta

Inter-Lecce, accolta istanza cautelare: trasferta riaperta a tutti i tifosi

Il tribunale amministrativo della Lombardia, dopo il ricorso presentato da alcuni sostenitori e dal club, ha sospeso il decreto prefettizio. Sticchi Damiani: “Provvedimento qualificato come incongruo ed illogico”

LECCE – Inter-Lecce torna ad essere aperta a tutti i tifosi giallorossi muniti di biglietto: è quanto di fatto stabilito dal Tar Lombardia che ha accolto l'istanza cautelare proposta da alcuni sostenitori della squadra e dallo stesso club nella giornata di ieri, avverso il decreto del prefetto di Milano che aveva disposto nei giorni scorso, su raccomandazione del Comitato Analisi Sicurezza Manifestazioni Sportive, l'annullamento dei biglietti già venduti per il settore Ospiti in occasione della partita di domenica con l'Inter, di fatto vanificando la trasferta a Milano da Lecce e provincia.

La decisione del prefetto, secondo quanto si leggeva nel decreto, si fondava sul timore di nuovi episodi di violenza o, comunque, di “atti improntati all’illegalità”, dopo gli incidenti occorsi in una strada nei pressi dello stadio di Bergamo nella partita tra Atalanta e Lecce del 19 febbraio, con il ferimento di un funzionario di polizia e l'arresto di un atalantino.

Con decreto monocratico 234 del 2023, pubblicato in data odierna, il tribunale amministrativo lombardo ha accolto l'istanza cautelare ed ha sospeso il  prefettizio fissando per il 22 marzo la trattazione collegiale della vicenda.

“Il Tar – commenta il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani - ha espresso un principio importante qualificando come incongruo ed illogico il provvedimento prefettizio che, per sanzionare eventi occorsi in occasione di Atalanta - Lecce, ha imposto un divieto di trasferta in una partita che non coinvolge le medesime tifoserie”.

Il numero uno giallorossoha ringraziato per il grande sforzo profuso il direttore generale Giuseppe Mercadante, il responsabile dell’area legale Domenico Zinnari, il collega Antonio Caiffa, che “hanno tutti brillantemente collaborato per la riuscita di tale iniziativa processuale”: “Mi scuso, infine – dichiara -, con gli organi di informazione per aver scelto di non divulgare la notizia del ricorso per evitare un dibattito mediatico che precedesse la decisione del Tar”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Lecce, accolta istanza cautelare: trasferta riaperta a tutti i tifosi

LeccePrima è in caricamento