rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
In pieno centro a Casarano / Casarano

Intimidazione alla consigliera comunale: tagliate le gomme della sua auto

Ennesimo episodio dopo quelli che hanno coinvolto Stefano Minerva e l’imprenditore Barbetta: vittima l’esponente Pd locale Antonella Barlabà. Informati i carabinieri

CASARANO - Ancora un altro gesto intimidatorio in provincia di Lecce: dopo quelli al presidente della Provincia, Stefano Minerva, e all’imprenditore neretino neo socio del Lecce, Luciano Barbetta, a neanche ventiquattrore di distanza dall’ultimo episodio, un nuovo allarmante episodio arriva da Casarano.

Questa volta la destinataria dell’intimidazione è la consigliera comunale del Partito Democratico locale, Antonella Barlabà, di professione avvocato, già candidata sindaco alle ultime amministrative. Nella notte tra venerdì e sabato, infatti, ignoti hanno raggiunto la sua vettura, una Fiat Punto, tagliando i quattro pneumatici dell’auto, per poi scappare via e far perdere le proprie tracce.

Il mezzo si trovava, al momento dell’accaduto, parcheggiato all’interno del rione Terra o Quartiere Vecchio, una zona in pieno centro, a Casarano, a pochi passi da piazza Garibaldi. Dalle prime valutazioni, sembra che le gomme siano state tagliate con l’ausilio di una lama.

La consigliera comunale, subito dopo i fatti, ha informato i carabinieri della stazione locale, presentando formale denuncia contro ignoti. Ora spetterà ai militari far luce sull’episodio e provare a rintracciare gli autori.

Non è mancata in queste ore la solidarietà delle forze politiche. Il sindaco di Casarano, Ottavio De Nuzzo, in una nota precisa: “A nome dell’amministrazione comunale esprimo piena solidarietà e forte condanna sul grave atto intimidatorio che ha visto protagonista la consigliera comunale Antonella Barlabà che ieri mattina ha trovato la sua macchina, parcheggiata nel rione Terra o Quartiere Vecchio, con i quattro pneumatici forati presumibilmente con il taglio di una lama. In qualità di sindaco mi sono interfacciato immediatamente con le autorità competenti al fine di risalire e consegnare alla giustizia l’autore o gli autori di questo vile atto”.

Anche il circolo cittadino del Partito Democratico non ha fatto mancare la “piena solidarietà e vicinanza – si legge – alla nostra consigliera Antonella”: “L’impegno e la passione politica di Antonella – prosegue il comunicato social -, che esprime a beneficio di tutta la comunità cittadina, ci fanno sentire personalmente coinvolti, come se fosse accaduto a tutti noi, come se riguardasse ognuno di noi. Antonella non è sola. Ci vorrà tempo per capire le cause di questo gesto intimidatorio e vile conclude la nota del Pd - noi aspetteremo fiduciosi, sperando che non si ripeta più e, finalmente, si possa bonificare e valorizzare alcune aree della nostra amata Casarano, ben note per questi tristi episodi».

Casarano Bene Comune, dopo aver appreso dell’accaduto, scrive sui social: “Al di là che si tratti di un atto intimidatorio o meno, rimane la gravità del gesto in sé. Purtroppo dobbiamo confermare che questo episodio non ci stupisce e se non vogliamo continuare a vivere col prosciutto sugli occhi, non dovrebbe stupire nessuno di noi che abbia fatto un giro nel borgo Terra o su piazza Garibaldi negli ultimi mesi. Ogni cittadino casaranese dovrebbe dire grazie ad Antonella, perché ha avuto il coraggio di denunciare l’accaduto; molti, moltissimi altri episodi – che ci sono quotidianamente! – rimangono anonimi e rubricati come ragazzate. Stiamo parlando del centro di Casarano, quello che dovrebbe essere un gioiellino da preservare ed invece è in balìa di chi fa la voce grossa”.

Da Casarano Bene Comune si sottolinea, inoltre, l’assenza di attenzione e cura per la bellezza nel centro storico e si chiede un cambio di rotta per scongiurare il degrado estetico ed etico.

Parole di vicinanza anche dal consigliere regionale del Pd, Donato Metallo, che pubblica sui suoi canali social la foto della consigliera Barnabà con un commento di affetto: “Lei è una donna, consigliera comunale di Casarano, una tosta, una che le responsabilità se le carica sulle spalle, e non si volta mai dall’altra parte, una combattente che ci crede. Quattro gomme tagliate, un gesto di un deficiente o un messaggio. Comunque sia non ti fermeranno. Antonella un grande abbraccio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intimidazione alla consigliera comunale: tagliate le gomme della sua auto

LeccePrima è in caricamento