rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Verifiche anche sull’acqua / Porto Cesareo

Malori tra gli ospiti di un villaggio turistico: sospesa l'attività di ristorazione

La decisione assunta dall’Asl di Lecce dopo alcuni fastidi gastrointestinali registrati tra gli ospiti di una struttura a Torre Lapillo: tra le persone che si sono sentite male anche un bambino trasferito in ospedale

TORRE LAPILLO (Porto Cesareo) – È stata sospesa l’attività di ristorazione all’interno della struttura ricettiva Eurovillage di Torre Lapillo, nel territorio di Porto Cesareo, con provvedimento già notificato nelle scorse ore dall’Asl di Lecce: a confermarlo è la stessa azienda sanitaria locale, che ha assunto la decisione dopo aver registrato alcuni episodi di problemi gastrointestinali, evidenziatisi tra gli ospiti della struttura.

L’ipotesi più accreditata è che quella di una presunta intossicazione alimentare, o almeno questa sarebbe la pista battuta su cui si tenta di far luce: si spiegano, in tal senso, le verifiche di queste ore, con gli ulteriori approfondimenti in corso sull’acqua utilizzata nel villaggio turistico, tesi ad accertarne la qualità. Di certo, è precauzionale la decisione assunta dall’Asl, in attesa di risposte più precise.

In particolare, sarebbero una ventina i soggetti ad aver accusato problemi gastrointestinali: tra loro, ci sarebbe anche un bambino, trasferito in ospedale per accertamenti più approfonditi.

Il provvedimento, disposto dall’Asl nella giornata di ieri, è arrivato dopo l’intervento del personale del Sian Area Nord (Servizio igiene alimenti e nutrizione) del dipartimento di prevenzione della stessa Azienda sanitaria locale, per le opportune verifiche del caso. Sul luogo, è stato effettuato anche un sopralluogo del personale dei carabinieri del Nas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malori tra gli ospiti di un villaggio turistico: sospesa l'attività di ristorazione

LeccePrima è in caricamento